September 18, 2019
You can use WP menu builder to build menus

Corso di formazione: L’ACCREDITAMENTO DEI PRODUTTORI DI MATERIALI DI RIFERIMENTO: LA NUOVA NORMA ISO 17034 ED I REGOLAMENTI DI ACCREDIA

ago 22, 2019 0

27 Novembre 2019
Zona Stanga/Università,
l’indirizzo preciso verrà comunicato a breve
 Padova

Corso di formazione per laboratori
Con approfondimenti teorico-pratici ed esempi applicativi

SpinLife Aicq Accredia new

I materiali di riferimento sono ampiamente utilizzati nei processi di misurazione riguardanti la validazione dei metodi di prova, lataratura e il controllo qualità. Sono impiegati anche nei confronti interlaboratorio per la validazione dei metodi e per la valutazione delle prestazioni dei laboratori partecipanti. La dimostrazione della competenza tecnica dei produttori di materiali di riferimento(RMP) è un requisito fondamentale per assicurare la qualità del materiale prodotto e immesso sul mercato. La richiesta di nuovimateriali di riferimento sta crescendo come conseguenza della necessità di avere risultati comparabili e affidabili. La norma ISO17034 descrive i requisiti generali per la competenza dei RMP, inclusi i materiali di riferimento certificati. Essa sostituisce la guida ISO 34 e recepisce, per le misurazioni da eseguire sui materiali, la norma ISO/IEC 17025 o, qualora riguardanti la medicina di laboratorio, la ISO 15189. I produttori di materiali di riferimento conformi alla norma ISO 17034, operano anche, per la parte ri- guardante il loro sistema di gestione per la qualità, in conformità con i principi della ISO 9001.

Il corso vuole essere di supporto ai RMP per dimostrare la loro competenza nel produrre e fornire materiali di riferimento (RM) e/o materiali di riferimento certificati (CRM), che saranno usati per le tarature, le analisi e i controlli qualità nei laboratori di prova etaratura. L’obiettivo principale sarà quello di approfondire e discutere i requisiti della norma ISO 17034 e i regolamenti.

brochure

Obbiettivo del corso

Analizzare e discutere i requisiti della norma ISO 17034 per poter progettare e implementare un sistema di gestione che permetta l’accreditamento come produttore di materiali di riferimento

DOCENTI

Ing. Giulia Suriani, Funzionario Tecnico Dipartimento Laboratori di Taratura di ACCREDIA
Dott.ssa Enrica Pessana Funzionario Tecnico Dipartimento Laboratori di Taratura di ACCREDIA

 CONTENUTI

  • Introduzione sui materiali di riferimento e sull’accreditamento
  • Presentazione della norma ISO 17034:2016
  • Presentazione del Regolamento Generale RG-18 e Regolamento Tecnico RT-34 – ACCREDIA-DT
  • Presentazione del Certificato di Accreditamento ed Allegato
  • Test finale sull’efficacia della formazione

A CHI E’ RIVOLTO

  • Produttori di materiali di riferimento accreditati.
  • Aziende interessate all’accreditamento come Produttori di Materiali di Riferimento.
  • Aziende interessate all’estensione dell’accreditamento come Produttori di Materiali di Riferimento

DURATA

Ore 9.30 – 16.30

 SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Spin-off dell’Università di Padova
Via Marzolo 9, 35131 – Padova
Cell. +39 366 3368232
Tel. 049 827 1613
Fax 049 827 5785
e-mail: info@spinlife.it

QUOTA E PROCEDURA DI ISCRIZIONE

€ 200 + IVA a partecipante.

Per ogni ulteriore partecipante della stessa azienda € 150 + IVA a partecipante

Per iscriversi è necessario compilare il «Modulo iscrizione corso»  ModuloIscrizione

Termine iscrizioni il giorno 20/11/2019.

Massimo 15 posti disponibili. Verrà rilasciato l’attestato di partecipazione

 

CORSO : La norma ISO/IEC 17025:2017 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura”: le novità della revisione e le modalità di adeguamento nei laboratori di prova

ago 22, 2019 0

30 Ottobre 2019
Zona Stanga/Università,
l’indirizzo preciso verrà comunicato a breve
 Padova

Spinlife-UniPD-Cesqua-Aicq -- Accredia

La revisione della norma ISO/IEC 17025 pubblicata a novembre 2017, è arrivata dopo 12 anni dalla precedente revisione del 2005 che nella sostanza non aveva portato a cambiamenti sostanziali rispetto alla versione del 2000. Con questa nuova versione le modifiche invece sono di non poco conto e interessano sia i requisiti tecnici, che quelli gestionali. Innanzitutto la norma possiede una nuova struttura, suddivisa in 5 parti, strettamente allineata con tutti gli standard della serie 17000. Particolare enfasi viene data dalla norma agli aspetti di imparzialità e di riservatezza, e una maggiore attenzione alle comunicazioni verso i clienti, in particolare delle regole decisionali che permettono al laboratorio di formulare dichiarazioni di conformità a specifici requisiti. La nuova norma si esprime con maggior chiarezza su alcuni requisiti tecnici, ad esempio per il campionamento dettaglia meglio le registrazioni da effettuare, e sulla gestione delle tecnologie di informazione. La visione per processi delle attività del laboratorio è da considerare altra importante novità della norma. Come tutti i cambiamenti, l’adeguamento alla nuova norma richiederà uno sforzo ai laboratori, ma porterà ad indubbi vantaggi se adeguatamente e consapevolmente gestito.

 Obbiettivo del corso

Acquisire le conoscenze e gli strumenti per riesaminare e adeguare il Sistema di Gestione del proprio laboratorio alla revisione della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Destinatari del corso

Direzione del laboratorio, Responsabili tecnici di laboratorio, Responsabili del sistema di gestione, Responsabili di settore, Tecnici di laboratorio, Consulenti.

Prerequisiti

Conoscenza della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025: 2005 e dell’applicazione nei laboratori di prova.

Esame

E’ previsto un test finale di apprendimento

Attestato

A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di frequenza.

Durata e frequenza

1 giorno

Orario

9.00-13.00 14.00-18.00

Programma Generale

  1. La ISO/IEC 17025: la struttura, le principali modifiche e i nuovi requisiti introdotti
  2. L’impostazione del sistema e il campo di applicazione
  3. La gestione della imparzialità e della riservatezza
  4. I requisiti organizzativi, il ruolo e le responsabilità della direzione del laboratorio
  5. Le risorse per l’attuazione dei processi: personale, strutture, apparecchiature e materiali, riferibilità metrologica, fornitori esterni
  6. I processi del laboratorio: dal riesame delle richieste all’emissione dei rapporti di prova
  7. I processi del laboratorio: le novità introdotte in merito a validazione dei metodi, assicurazione qualità e dichiarazioni di conformità
  8. I processi del laboratorio: la gestione dei reclami e delle non conformità, il controllo dei dati e la gestione delle informazioni
  9. requisiti del sistema di gestione: confronto tra l’Opzione A e la norma ISO 9001:2015 (Opzione B)
  10. La gestione del miglioramento secondo la nuova norma e la ISO 9001:2015 nell’ambito del laboratorio di prova

Informazioni e iscrizioni

Segreteria Organizzativa:
Spin Life – Spin-off dell’Università di Padova Via E. degli Scrovegni 29, 35121 Padova
Tel. 049 827 16 13
Cel. +39 366 33 68 232
mail: info@spinlife.it

Per completare l’iscrizione inviare la Scheda allegata alla brochure all’indirizzo info@spinlife.it ed effettuare il pagamento secondo le indicazioni riportate

Termine iscrizioni: 23 ottobre 2019

Costo

Per i Soci AICQ importo € 250,00 +IVA

Per i Non Soci importo € 300,00 + IVA

brochure

CORSO:L’incertezza di misura e la valutazione della conformità a fronte dei nuovi requisiti della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 sulle regole decisionali

ago 22, 2019 0

28 Ottobre 2019
Zona Stanga/Università,
l’indirizzo preciso verrà comunicato a breve
 Padova

Corso di formazione per laboratori
Con approfondimenti teorico-pratici ed esempi applicativi

SpinLife Aicq Accredia new

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Obiettivi

Acquisire le conoscenze per:

  • interpretare correttamente i nuovi requisiti della norma
  • riconoscere i fattori critici che minano l’affidabilità dell’incertezza di misura
    calcolata, e come ridurli al fine di garantire una corretta valutazione della conformità
  • definire le regole decisionali e il rischio associato di prendere decisioni errate
  • informare il cliente sull’incertezza e sul suo corretto utilizzo.

Programma

  • Test di ingresso*
  • Incertezza e regole decisionali nella nuova norma
  • Nuovi approcci di calcolo per una incertezza di misura realistica ed affidabile
  • L’incertezza “obiettivo” (Target Uncertainty)
  • La fiducia e il rischio
  • Le regole decisionali e il rapporto con il cliente
  • Il rapporto di prova
  • Test di uscita con autovalutazione del’apprendimento*

*Questionario composto da 12 domande e 3 risposte per ogni domanda, di cui una sola corretta. Il questionario viene proposto ai partecipanti prima e dopo il corso. Il test iniziale ha lo scopo di individuare i punti critici su cui focalizzare l’attenzione. Il test in uscita ha il duplice scopo di quantificare, tramite autovalutazione, le conoscenze acquisite

CONTENUTI

  • La nuova norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018, con particolare riferimento ai requisiti per la stima dell’incertezza e alla scelta delle regole decisionali
  • L’incertezza di misura e la riduzione dei fattori critici che la determinano
  • Le regole decisionale e la gestione del rischio associato
  • Modalità per informare correttamente il cliente in base ai risultati delle prove e all’incertezza associata

DOCENTE:

  • Dott. Alessandro Grigato (AICQ Laboratori, ex Dirigente Chimico ARPAV)

A CHI È RIVOLTO

Personale coinvolto nei processi di garanzia della qualità dei risultati nei laboratori di prova. Personale responsabile della formulazione dei giudizi di conformità nei rapporti di prova

COSTO: € 280 + IVA a partecipante
Per ogni ulteriore partecipante della stessa azienda: € 230 + IVA

ISCRIZIONI: Massimo 20 posti disponibili

Termine iscrizioni: 22 ottobre 2019

ModuloIscrizione

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Spin Life s.r.l.
Spin-off dell’Università di Padova
Via Marzolo 9, 35131 – Padova
Cell. +39 366 3368232
Tel. 049 827 1613
Fax 049 827 5785
e-mail:  formazione@spinlife.it
info@spinlife.it

 

CORSO: Le carte di controllo nel laboratorio di prova: uno strumento per la rilevazione e il contenimento dei rischi sulla validità dei risultati

ago 21, 2019 0

11 Ottobre 2019
Zona Stanga/Università,
l’indirizzo preciso verrà comunicato a breve
 Padova

Corso di formazione per laboratori
Con approfondimenti teorico-pratici ed esempi applicativi

SpinLife Aicq Accredia new

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Obiettivi

Acquisire le conoscenze per:

  • Costruire e utilizzare i vari tipi di carte di controllo al fine di catturare gli scostamenti sistematici e di rilevare le linee di tendenza con il miglior rapporto costi/benefici,
  • Selezionare le regole decisionali sul “fuori controllo” idonee ai processi analitici evitando quelle specifiche per i processi industriali,
  • Impiegare il controllo di processo come strumento fondamentale per la garanzia della affidabilità dei risultati e per il contenimento dei relativi rischi.

Programma

  • Test di ingresso*
  • Concetti di base
  • Il controllo di processo e la gestione del rischio nella UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018
    Le distribuzioni, l’intervallo di fiducia
  • A caccia degli errori sistematici!
  • Costruzione e utilizzo delle carte X, Xm, R, r% e a limiti predefiniti secondo NT TR 569 2018
  • L’ interpretazione e la revisione delle carte di controllo
  • Test di uscita con autovalutazione dell’apprendimento*

*Questionario composto da 12 domande e 3 risposte per ogni domanda, di cui una sola corretta. Il questionario viene proposto ai partecipanti prima e dopo il corso. Il test iniziale ha lo scopo di individuare i punti critici su cui focalizzare l’attenzione. Il test in uscita ha il duplice scopo di quantificare, tramite autovalutazione, le conoscenze acquisite

CONTENUTI

  • Le carte di controllo e la gestione del rischio nella UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018
  • Costruzione ed utilizzo di carte di controllo applicabili ai processi dei laboratori di prova.
  • Valutazione delle tendenze e delle situazioni di fuori controllo con regole pertinenti ai processi di laboratorio, alternative alle regole classiche utilizzate in ambito industriale.
  • Definizione delle modalità e frequenze dei controlli sulla base dei rischi e delle opportunità.
  • Valutazione della “capacità” del processo monitorato ed altri utili impieghi delle carte di controllo.

DOCENTE:

  • Dott. Alessandro Grigato (AICQ Laboratori, ex Dirigente Chimico ARPAV)

A CHI È RIVOLTO

Personale tecnico coinvolto nei processi di garanzia della validità dei risultati nei laboratori di prova.
Personale preposto alla valutazione dei rischi che possono gravare sull’affidabilità dei risultati.
Responsabili di laboratorio e dei sistemi di gestione.

COSTO: € 280 + IVA a partecipante
Per ogni ulteriore partecipante della stessa azienda: € 230 + IVA

ISCRIZIONI: Massimo 20 posti disponibili

Termine iscrizioni: 4 ottobre 2019

ModuloIscrizione

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Spin Life s.r.l.
Spin-off dell’Università di Padova
Via Marzolo 9, 35131 – Padova
Cell. +39 366 3368232
Tel. 049 827 1613
Fax 049 827 5785
e-mail: formazione@spinlife.it
info@spinlife.it

CORSO : La norma ISO/IEC 17025:2017 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura”: le novità della revisione e le modalità di adeguamento nei laboratori di prova

mag 31, 2019 0

18 luglio 2019
presso Aula lezioni BassiLab
Via U. Bassi 60 – Padova

Spinlife-UniPD-Cesqua-Aicq -- Accredia

La revisione della norma ISO/IEC 17025 pubblicata a novembre 2017, è arrivata dopo 12 anni dalla precedente revisione del 2005 che nella sostanza non aveva portato a cambiamenti sostanziali rispetto alla versione del 2000. Con questa nuova versione le modifiche invece sono di non poco conto e interessano sia i requisiti tecnici, che quelli gestionali. Innanzitutto la norma possiede una nuova struttura, suddivisa in 5 parti, strettamente allineata con tutti gli standard della serie 17000. Particolare enfasi viene data dalla norma agli aspetti di imparzialità e di riservatezza, e una maggiore attenzione alle comunicazioni verso i clienti, in particolare delle regole decisionali che permettono al laboratorio di formulare dichiarazioni di conformità a specifici requisiti. La nuova norma si esprime con maggior chiarezza su alcuni requisiti tecnici, ad esempio per il campionamento dettaglia meglio le registrazioni da effettuare, e sulla gestione delle tecnologie di informazione. La visione per processi delle attività del laboratorio è da considerare altra importante novità della norma. Come tutti i cambiamenti, l’adeguamento alla nuova norma richiederà uno sforzo ai laboratori, ma porterà ad indubbi vantaggi se adeguatamente e consapevolmente gestito.

 Obbiettivo del corso

Acquisire le conoscenze e gli strumenti per riesaminare e adeguare il Sistema di Gestione del proprio laboratorio alla revisione della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Destinatari del corso

Direzione del laboratorio, Responsabili tecnici di laboratorio, Responsabili del sistema di gestione, Responsabili di settore, Tecnici di laboratorio, Consulenti.

Prerequisiti

Conoscenza della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025: 2005 e dell’applicazione nei laboratori di prova.

Esame

E’ previsto un test finale di apprendimento

Attestato

A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di frequenza.

Durata e frequenza

1 giorno

Orario

9.00-13.00 14.00-18.00

Programma Generale

  1. La ISO/IEC 17025: la struttura, le principali modifiche e i nuovi requisiti introdotti
  2. L’impostazione del sistema e il campo di applicazione
  3. La gestione della imparzialità e della riservatezza
  4. I requisiti organizzativi, il ruolo e le responsabilità della direzione del laboratorio
  5. Le risorse per l’attuazione dei processi: personale, strutture, apparecchiature e materiali, riferibilità metrologica, fornitori esterni
  6. I processi del laboratorio: dal riesame delle richieste all’emissione dei rapporti di prova
  7. I processi del laboratorio: le novità introdotte in merito a validazione dei metodi, assicurazione qualità e dichiarazioni di conformità
  8. I processi del laboratorio: la gestione dei reclami e delle non conformità, il controllo dei dati e la gestione delle informazioni
  9. requisiti del sistema di gestione: confronto tra l’Opzione A e la norma ISO 9001:2015 (Opzione B)
  10. La gestione del miglioramento secondo la nuova norma e la ISO 9001:2015 nell’ambito del laboratorio di prova

Informazioni e iscrizioni

Segreteria Organizzativa:
Spin Life – Spin-off dell’Università di Padova Via E. degli Scrovegni 29, 35121 Padova
Tel. 049 827 16 13
Cel. +39 366 33 68 232
mail: info@spinlife.it

Per completare l’iscrizione inviare la Scheda allegata alla brochure all’indirizzo info@spinlife.it ed effettuare il pagamento secondo le indicazioni riportate

Costo

Per i Soci AICQ importo € 250,00 +IVA

Per i Non Soci importo € 300,00 + IVA

brochure

CORSO:L’incertezza di misura e la valutazione della conformità a fronte dei nuovi requisiti della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 sulle regole decisionali

mag 3, 2019 0

11 Giugno 2019
Aula lezioni BassiLab,
via Ugo Bassi 60, Padova

Corso di formazione per laboratori
Con approfondimenti teorico-pratici ed esempi applicativi

SpinLife Aicq Accredia new

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Obiettivi

Acquisire le conoscenze per:

  • interpretare correttamente i nuovi requisiti della norma
  • riconoscere i fattori critici che minano l’affidabilità dell’incertezza di misura
    calcolata, e come ridurli al fine di garantire una corretta valutazione della conformità
  • definire le regole decisionali e il rischio associato di prendere decisioni errate
  • informare il cliente sull’incertezza e sul suo corretto utilizzo.

Programma

  • Test di ingresso*
  • Incertezza e regole decisionali nella nuova norma
  • Nuovi approcci di calcolo per una incertezza di misura realistica ed affidabile
  • L’incertezza “obiettivo” (Target Uncertainty)
  • La fiducia e il rischio
  • Le regole decisionali e il rapporto con il cliente
  • Il rapporto di prova
  • Test di uscita con autovalutazione del’apprendimento*

*Questionario composto da 12 domande e 3 risposte per ogni domanda, di cui una sola corretta. Il questionario viene proposto ai partecipanti prima e dopo il corso. Il test iniziale ha lo scopo di individuare i punti critici su cui focalizzare l’attenzione. Il test in uscita ha il duplice scopo di quantificare, tramite autovalutazione, le conoscenze acquisite

CONTENUTI

  • La nuova norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018, con particolare riferimento ai requisiti per la stima dell’incertezza e alla scelta delle regole decisionali
  • L’incertezza di misura e la riduzione dei fattori critici che la determinano
  • Le regole decisionale e la gestione del rischio associato
  • Modalità per informare correttamente il cliente in base ai risultati delle prove e all’incertezza associata

DOCENTE:

  • Dott. Alessandro Grigato (AICQ Laboratori, ex Dirigente Chimico ARPAV)

A CHI È RIVOLTO

Personale coinvolto nei processi di garanzia della qualità dei risultati nei laboratori di prova. Personale responsabile della formulazione dei giudizi di conformità nei rapporti di prova

COSTO: € 280 + IVA a partecipante
Per ogni ulteriore partecipante della stessa azienda: € 230 + IVA

ISCRIZIONI: Massimo 20 posti disponibili

Termine iscrizioni: 4 giugno 2019

ModuloIscrizione

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Spin Life s.r.l.
Spin-off dell’Università di Padova
Via Marzolo 9, 35131 – Padova
Tel. 049 827 1613
Fax 049 827 5785
e-mail: info@spinlife.it

 

CORSO : La norma ISO/IEC 17025:2017 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura”: le novità della revisione e le modalità di adeguamento nei laboratori di prova

mar 20, 2019 0

6 maggio 2019
presso Aula lezioni BassiLab
Via U. Bassi 60 – Padova

Spinlife-UniPD-Cesqua-Aicq -- Accredia

La revisione della norma ISO/IEC 17025 pubblicata a novembre 2017, è arrivata dopo 12 anni dalla precedente revisione del 2005 che nella sostanza non aveva portato a cambiamenti sostanziali rispetto alla versione del 2000. Con questa nuova versione le modifiche invece sono di non poco conto e interessano sia i requisiti tecnici, che quelli gestionali. Innanzitutto la norma possiede una nuova struttura, suddivisa in 5 parti, strettamente allineata con tutti gli standard della serie 17000. Particolare enfasi viene data dalla norma agli aspetti di imparzialità e di riservatezza, e una maggiore attenzione alle comunicazioni verso i clienti, in particolare delle regole decisionali che permettono al laboratorio di formulare dichiarazioni di conformità a specifici requisiti. La nuova norma si esprime con maggior chiarezza su alcuni requisiti tecnici, ad esempio per il campionamento dettaglia meglio le registrazioni da effettuare, e sulla gestione delle tecnologie di informazione. La visione per processi delle attività del laboratorio è da considerare altra importante novità della norma. Come tutti i cambiamenti, l’adeguamento alla nuova norma richiederà uno sforzo ai laboratori, ma porterà ad indubbi vantaggi se adeguatamente e consapevolmente gestito.

 Obbiettivo del corso

Acquisire le conoscenze e gli strumenti per riesaminare e adeguare il Sistema di Gestione del proprio laboratorio alla revisione della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Destinatari del corso

Direzione del laboratorio, Responsabili tecnici di laboratorio, Responsabili del sistema di gestione, Responsabili di settore, Tecnici di laboratorio, Consulenti.

Prerequisiti

Conoscenza della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025: 2005 e dell’applicazione nei laboratori di prova.

Esame

E’ previsto un test finale di apprendimento

Attestato

A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di frequenza.

Durata e frequenza

1 giorno

Orario

9.00-13.00 14.00-18.00

Programma Generale

  1. La ISO/IEC 17025: la struttura, le principali modifiche e i nuovi requisiti introdotti
  2. L’impostazione del sistema e il campo di applicazione
  3. La gestione della imparzialità e della riservatezza
  4. I requisiti organizzativi, il ruolo e le responsabilità della direzione del laboratorio
  5. Le risorse per l’attuazione dei processi: personale, strutture, apparecchiature e materiali, riferibilità metrologica, fornitori esterni
  6. I processi del laboratorio: dal riesame delle richieste all’emissione dei rapporti di prova
  7. I processi del laboratorio: le novità introdotte in merito a validazione dei metodi, assicurazione qualità e dichiarazioni di conformità
  8. I processi del laboratorio: la gestione dei reclami e delle non conformità, il controllo dei dati e la gestione delle informazioni
  9. requisiti del sistema di gestione: confronto tra l’Opzione A e la norma ISO 9001:2015 (Opzione B)
  10. La gestione del miglioramento secondo la nuova norma e la ISO 9001:2015 nell’ambito del laboratorio di prova

Informazioni e iscrizioni

Segreteria Organizzativa: Spin Life – Spin-off dell’Università di Padova Via Marzolo 9, 35121 Padova Tel. 049 827 16 13 mail: info@spinlife.it Per completare l’iscrizione inviare la Scheda allegata alla brochure all’indirizzo info@spinlife.it ed effettuare il pagamento secondo le indicazioni riportate

Costo

Per i Soci AICQ importo € 250,00 +IVA

Per i Non Soci importo € 300,00 + IVA

brochure

WORKSHOP: ECONOMIA DEL BENE COMUNE

mar 15, 2019 0

12 aprile 2019
presso Aula E, Palazzo Bo
Padova

Schermata 2019-04-09 alle 22.16.03

Workshop ECONOMIA DEL BENE COMUNE Quanto e come le imprese contribuiscono al bene comune? Testimonianze a confronto

L’evento vuole essere un’occasione di scambio tra le imprese che si sono misurate con lo strumento del Bilancio del bene comune, ma anche un’opportunità per imprese virtuose di fare rete e di confrontarsi sui temi della sostenibilità e del contributo della loro attività al bene comune, utili nel loro percorso di impresa responsabile e sostenibile.

 Programma

15.30  Registrazione 
16:00 
Saluti Istituzionali 
Antonio Scipioni, Prof Senior – Università di Padova
Arturo Lorenzoni – Vicesindaco Comune di Padova Presidente della Federazione per l’Economia del Bene Comune in Italia
 16:30 Christian Felber – Co-fondatore Economy for the Common Good
è  prevista la traduzione simultanea
 17:30 Verso un bilancio di territorio
Marco SoveriniAICQ Emilia Romagna (Associazione Italiana Cultura Qualità)
Clara VisonàInnova srl – Area Welfare Aziendale
 18:00 Tavola rotonda con le imprese del bene comune
Macrolibrarsi di Golden Books srl
Pineta Hotels
Cooperativa Lavoratori Metalmeccanici
Panacea Social Farm scs
 19:00 Consegna dei diplomi – Corso consulenti
19:15 Aperitivo al Caffè Pedrocchi
Modera:
Giulio Todescangiornalista di Veneto Economia e collaboratore del Corriere del Veneto

Partecipazione libera su iscrizione al link

SchedaIscrizione

 

Consulta la ulteriori informazioni al link:

https://ilbolive.unipd.it/it/event/economia-bene-comune

 

CORSO: ACCREDITAMENTO ISO 15189 DEI LABORATORI MEDICI

mar 4, 2019 0

Padova, 7-8-9 Maggio 2019
Aula lezioni BassiLab, via Ugo Bassi 60 – Padova

Corso di formazione per laboratori medici

Con approfondimenti e working group

Accreditato con il Programma Nazionale ECM (31.2 crediti formativi)

Iso15189

CONTENUTI

Saranno introdotti i principi generali che contraddistinguono un sistema di gestione per la qualità, discussi i requisiti gestionali e tecnici previsti dalla norma ISO 15189 confrontandoli con i diversi standard per la gestione della qualità che un laboratorio medico potrebbe adottare. L’obiettivo del corso sarà perseguito tramite lezioni frontali fornendo inoltre approfondimenti specifici con analisi di casi studio: ciò permetterà lo sviluppo di strumenti operativi direttamente applicabili alle realtà dei singoli laboratori
Previsto esame finale e rilascio di attestato di superamento prova di apprendimento.

PROGRAMMA

  • Prima giornata (ore 9-18)
    •  I requisiti gestionali della norma ISO 15189 [Fedele]
    •  L’accreditamento secondo ISO 15189 [Pichini]
  •  Seconda giornata (ore 9-18)
    • I requisiti tecnici della norma ISO 15189 [Fedele]
  • Terza giornata (ore 9-18)
    •  Esempi applicativi della norma ISO 15189. Parte prima: fase pre-analitica e analitica [Cavallaro]
    •  Esempi applicativi della norma ISO 15189. Parte seconda: Gestione del personale e degli ambienti di lavoro, assicurazione qualità dei dati e fase post-analitica [Pradella]
    • Prova Finale

RESPONSABILE SCIENTIFICO

  • Antonio Scipioni – Università degli Studi di Padova – AICQ Triveneta

DOCENTI

  • Andrea Fedele – Università degli Studi di Padova
  • Alessandro Pichini – ACCREDIA (Dipartimento Laboratori di Prova)
  • Antonietta Cavallaro – ACCREDIA (Ispettore tecnico) – già Dirigente medico presso UOC di Microbiologia e Virologia dell’Azienda Ospedaliera di Padova
  • Marco Pradella – Commissione Qualità e Accreditamento SIPMEL – ULSS 2 Marca trevigiana

A CHI È RIVOLTO

  • Dirigenti, medici, biologi, chimici, biotecnologi, specializzandi e tecnici operanti presso laboratori medici e strutture sanitarie;
  • tecnici sanitari di laboratori biomedici (TSLB);
  • assistenti sanitari, professionisti operanti nel settore elettromedicale;
  • consulenti di laboratori medici e strutture sanitarie

COSTO:

€ 650 + IVA a partecipante
Per ogni ulteriore partecipante della stessa azienda è previsto uno sconto del 10%

ISCRIZIONI:

Massimo 20 posti disponibili – Termine iscrizioni: 30 Aprile 2019
Per iscriversi compilare il «Modulo iscrizione corso»

ModuloIscrizione

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Spin Life s.r.l.
Spin-off dell’Università di Padova
Via E.Degli Scrovegni 29, 35131 – Padova
Tel. 049 827 1613
Fax 049 827 5785
e-mail: info@spinlife.it

CORSO: L’incertezza di misura e la valutazione della conformità a fronte dei nuovi requisiti della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 sulle regole decisionali

feb 20, 2019 0

19 Marzo 2019 Aula lezioni BassiLab, via Ugo Bassi 60, Padova

Corso di formazione per laboratori Con approfondimenti teorico-pratici ed esempi applicativi

SpinLife Aicq Accredia new

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Obiettivi

Acquisire le conoscenze per:

  • interpretare correttamente i nuovi requisiti della norma
  • riconoscere i fattori critici che minano l’affidabilità dell’incertezza di misura calcolata, e come ridurli al fine di garantire una corretta valutazione della conformità
  • definire le regole decisionali e il rischio associato di prendere decisioni errate
  • informare il cliente sull’incertezza e sul suo corretto utilizzo.

Programma

  • Test di ingresso*
  • Incertezza e regole decisionali nella nuova norma
  • Nuovi approcci di calcolo per una incertezza di misura realistica ed affidabile
  • L’incertezza “obiettivo” (Target Uncertainty)
  • La fiducia e il rischio
  • Le regole decisionali e il rapporto con il cliente
  • Il rapporto di prova
  • Test di uscita con autovalutazione del’apprendimento*

*Questionario composto da 12 domande e 3 risposte per ogni domanda, di cui una sola corretta. Il questionario viene proposto ai partecipanti prima e dopo il corso. Il test iniziale ha lo scopo di individuare i punti critici su cui focalizzare l’attenzione. Il test in uscita ha il duplice scopo di quantificare, tramite autovalutazione, le conoscenze acquisite

CONTENUTI

  • La nuova norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018, con particolare riferimento ai requisiti per la stima dell’incertezza e alla scelta delle regole decisionali
  • L’incertezza di misura e la riduzione dei fattori critici che la determinano
  • Le regole decisionale e la gestione del rischio associato
  • Modalità per informare correttamente il cliente in base ai risultati delle prove e all’incertezza associata

DOCENTE:

  • Dott. Alessandro Grigato (AICQ Laboratori, ex Dirigente Chimico ARPAV)

A CHI È RIVOLTO

Personale coinvolto nei processi di garanzia della qualità dei risultati nei laboratori di prova. Personale responsabile della formulazione dei giudizi di conformità nei rapporti di prova COSTO: € 280 + IVA a partecipante Per ogni ulteriore partecipante della stessa azienda: € 230 + IVA ISCRIZIONI: Massimo 20 posti disponibili Termine iscrizioni: 12 marzo 2019 ModuloIscrizione SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Spin Life s.r.l. Spin-off dell’Università di Padova Via Marzolo 9, 35131 – Padova Tel. 049 827 1613 Fax 049 827 5785 e-mail: info@spinlife.it

CORSO : La norma ISO/IEC 17025:2017 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura”: le novità della revisione e le modalità di adeguamento nei laboratori di prova

feb 20, 2019 0

11 marzo 2019
presso Aula lezioni BassiLab
Via U. Bassi 60 – Padova

Spinlife-UniPD-Cesqua-Aicq -- Accredia

La revisione della norma ISO/IEC 17025 pubblicata a novembre 2017, è arrivata dopo 12 anni dalla precedente revisione del 2005 che nella sostanza non aveva portato a cambiamenti sostanziali rispetto alla versione del 2000. Con questa nuova versione le modifiche invece sono di non poco conto e interessano sia i requisiti tecnici, che quelli gestionali. Innanzitutto la norma possiede una nuova struttura, suddivisa in 5 parti, strettamente allineata con tutti gli standard della serie 17000. Particolare enfasi viene data dalla norma agli aspetti di imparzialità e di riservatezza, e una maggiore attenzione alle comunicazioni verso i clienti, in particolare delle regole decisionali che permettono al laboratorio di formulare dichiarazioni di conformità a specifici requisiti. La nuova norma si esprime con maggior chiarezza su alcuni requisiti tecnici, ad esempio per il campionamento dettaglia meglio le registrazioni da effettuare, e sulla gestione delle tecnologie di informazione. La visione per processi delle attività del laboratorio è da considerare altra importante novità della norma. Come tutti i cambiamenti, l’adeguamento alla nuova norma richiederà uno sforzo ai laboratori, ma porterà ad indubbi vantaggi se adeguatamente e consapevolmente gestito.

 Obbiettivo del corso

Acquisire le conoscenze e gli strumenti per riesaminare e adeguare il Sistema di Gestione del proprio laboratorio alla revisione della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Destinatari del corso

Direzione del laboratorio, Responsabili tecnici di laboratorio, Responsabili del sistema di gestione, Responsabili di settore, Tecnici di laboratorio, Consulenti.

Prerequisiti

Conoscenza della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025: 2005 e dell’applicazione nei laboratori di prova.

Esame

E’ previsto un test finale di apprendimento

Attestato

A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di frequenza.

Durata e frequenza

1 giorno

Orario

9.00-13.00 14.00-18.00

Programma Generale

  1. La ISO/IEC 17025: la struttura, le principali modifiche e i nuovi requisiti introdotti
  2. L’impostazione del sistema e il campo di applicazione
  3. La gestione della imparzialità e della riservatezza
  4. I requisiti organizzativi, il ruolo e le responsabilità della direzione del laboratorio
  5. Le risorse per l’attuazione dei processi: personale, strutture, apparecchiature e materiali, riferibilità metrologica, fornitori esterni
  6. I processi del laboratorio: dal riesame delle richieste all’emissione dei rapporti di prova
  7. I processi del laboratorio: le novità introdotte in merito a validazione dei metodi, assicurazione qualità e dichiarazioni di conformità
  8. I processi del laboratorio: la gestione dei reclami e delle non conformità, il controllo dei dati e la gestione delle informazioni
  9. requisiti del sistema di gestione: confronto tra l’Opzione A e la norma ISO 9001:2015 (Opzione B)
  10. La gestione del miglioramento secondo la nuova norma e la ISO 9001:2015 nell’ambito del laboratorio di prova

Informazioni e iscrizioni

Segreteria Organizzativa: Spin Life – Spin-off dell’Università di Padova Via Marzolo 9, 35121 Padova Tel. 049 827 16 13 mail: info@spinlife.it Per completare l’iscrizione inviare la Scheda allegata alla brochure all’indirizzo info@spinlife.it ed effettuare il pagamento secondo le indicazioni riportate

Costo

Per i Soci AICQ importo € 250,00 +IVA

Per i Non Soci importo € 300,00 + IVA

brochure

CONVEGNO: La nuova norma UNI ISO 45001

giu 1, 2018 0

27 giugno 2018
Sala dell’Archivio Antico,
Palazzo del Bo
Via VIII Febbraio, 2, Padova

CONVEGNO ITINERANTE AICQ NAZIONALE
La nuova norma UNI ISO 45001
Cosa cambia nella certificazione dei sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro

Pubblicata il 12 marzo scorso da ISO e recepita contestualmente da UNI come norma italiana – con l’aggiunta di un’appendice nazionale sulla corretta collocazione rispetto al quadro legislativo vigente – la UNI ISO 45001:2018 è il primo standard internazionalmente riconosciuto per la gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro per tutte le aziende, enti pubblici e organizzazioni a vario titolo.

Lo standard – già applicabile e certificabile – è destinato a sostituire la BS OHSAS 18001:2007 a conclusione di un transitorio di 3 anni, come confermato dal regolamento internazionale IAF MD 21:2018, che definisce in maniera uniforme il processo di migrazione alla nuova norma delle certificazioni di sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro rilasciate, in tutto il mondo, dagli organismi accreditati.

AIFOSA tutti i partecipanti interessati sarà consegnato un attestato di presenza valido per il rilascio di n. 3 CREDITI per FORMATORI area tematica n. 1 (normativa), RSPP/ASPP.

PROGRAMMA

14.30 -15.00 Registrazione dei partecipanti
15:00 – 18.00
Saluti Istituzionali e Apertura Lavori
Antonio Scipioni, Università di Padova, presidente AICQ Triveneta
Claudio ROSSO, Presidente AICQ Nazionale
Giuseppe Maschio, Presidente corso di laurea magistrale in Ingegneria della Sicurezza Civile e Industriale
Presentazione della norma UNI ISO 45001
Giovanni Miccichè, Funzionario Tecnico Direzione Normazione UNI Ente Italiano di Normazione
Osservatorio Accredia “La sicurezza sui luoghi di lavoro e la certificazione”, realizzato incollaborazione con Inail e Aicq
Comandante Dott. Riccardo Bianconi, Ispettore ACCREDIA
 L’INAIL e la UNI ISO 45001: il supporto istituzionale agli SGSL
Rocco Nitti, CONTARP Veneto
 DOMANDE DAL PUBBLICO e CONCLUSIONI

DESTINATARI

Responsabili dei Sistemi di Gestione Salute e Sicurezza – Auditor dello Schema di Certificazione Salute e Sicurezza – Consulenti per i Sistemi di Gestione Salute e Sicurezza – Tecnici degli Organismi di Certificazione – Responsabili dei Servizi RSPP/ASPP – Esperti delle Schema di Certificazione Salute e Sicurezza

a partecipazione è GRATUITA

Iscrizione al Convegno tramite il modulo link:ModuloIscrizione

Consulta la brochure:brochure

Segreteria AICQ Triveneta
Via E. De Filippo 80/1
30038 Spinea (VE)
Tel.: 351 080 0386
email: info@aicqtv.net

CONVEGNO Nazionale AICQ: Stato dell’Arte e possibili Scenari su INDUSTRIA 4.0 – Seconda Edizione

mag 17, 2018 0

30 maggio 2018
Camera di Commercio
Sala del Tempio di Adriano
Roma

OBIETTIVO

Ad un anno dall’ultimo Convegno Nazionale AICQ INDUSTRIA 4.0, che si è tenuto in data 30 maggio 2017, presso la Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma, AICQ Nazionale con il suo Comitato Guida AICQ INDUSTRIA 4.0 farà il punto sullo stato dell’arte presentando le best practices attraverso testimonianze, che descriveranno i relativi scenari.
In particolare, per la prima volta, verrà condiviso il Position Paper di AICQ Nazionale elaborato all’interno delle attività svolte dai sette Gruppi di Lavoro del Comitato nel corso degli ultimi 12 mesi. I coordinatori dei GdL effettueranno così una presentazione di quanto svolto nello specifico ambito della Tecnologia Abilitante di riferimento coinvolgendo i partecipanti attraverso un confronto interattivo.
Il Convegno costituirà quindi un momento ideale per condividere quanto il Comitato Guida AICQ INDUSTRIA 4.0 ha sviluppato nel corso dell’ultima annualità, grazie al prezioso contributo pervenuto dagli autorevoli soggetti istituzionali, che vi hanno aderito.

AICQ INDUSTRIA 4.0

AICQ INDUSTRIA 4.0, grazie alle professionalità presenti nel proprio Comitato Guida, vuole essere di supporto alle Organizzazioni italiane per limitare le minacce e gestire i rischi della quarta rivoluzione industriale e poterne così cogliere tutte le opportunità in termini sia di sviluppo sia di sostenibilità nel futuro, grazie ad un’opera di “contaminazione” e di diffusione, a tutti i livelli, delle migliori tecniche ed esperienze presenti in Italia ed in Europa.

DESTINATARI

Associati AICQ, Associati degli Enti Partner e dei Sostenitori,  Funzionari Pubblici e Privati , Consulenti aziendali,  Professionisti,  Attori dei Lavori Pubblici, Enti di certificazione.

PROGRAMMA

14.00 -14.30 Registrazione dei partecipanti
14.30 – 15.00 APERTURA DEI LAVORI 
Armando ZAMBRANO Presidente Consiglio Nazionale Ingegneri
Filippo TRIFILETTI Direttore Generale ACCREDIA
Claudio ROSSO Presidente AICQ Nazionale
Fabio MACCARELLI Presidente AICQ Centro Insulare
COORDINAMENTO: 
Antonino SANTONOCITO  Comitati e Settori AICQ Nazionale 
 15.00 – 15.30  INTERVENTI ISTITUZIONALI
 Stefano FIRPO  Direttore Generale Politica Industriale Ministero dello Sviluppo Economico
Gianluca BENAMATI  Deputato alla Camera XVIII legislatura, già Membro X Commissione Parlamentare Attività Produttive Commercio e Turismo XVII legislatura
Pietro BARATONO  Provveditore OOPP Lombardia ed Emilia Romagna
Piero TORRETTA Presidente UNI
 15.30 – 16.45 TESTIMONIANZE
Luca MANUELLI  Chief Digital Officer & SVP Quality  ANSALDO ENERGIA SpA
Luca SCALI  CEO & Investor HUB21 Venture Accelerator
Francesco DI MAIO Project Manager ALILAURO SPA
Giorgio VENTRE  Direttore Scientifico Apple Developer Academy di Napoli
Luca FERRARIS  Head of Strategy, Innovation & Communication ITALTEL
 16.45 – 18.15 POSISITION PAPER – COMITATO GUIDA AICQ NAZIONALE INDUSTRIA 4.0
Presentazione del PROGETTO: Oliviero CASALECoordinatore Comitato Guida AICQ
INTERNET OF THINGS  Nicola MEZZETTI  Università di Trento 
ADDITIVE MANUFACTURING  Federica MURMURA Università di Pesaro-Urbino Carlo Bo / Ivano CORSINI  AUTEBO.NET
CYBER SECURITY  Michele COLAJANNI   Università di Modena Reggio Emilia / Valerio TETA  AICQ Qualità del Software
BIG DATA Stefano DE FALCO Università di Napoli Federico II
ADVANCED AUTOMATION Riccardo GUIDETTI Università Statale di Milano / Amedeo VERCELLI AICQ Piemontese 
WEARABLE TECHNOLOGIES  Riccardo MELLONI  Università di Modena-Reggio Emilia
COGNITIVE SYSTEM  Enrico MOLINARI  Accademia Delle Belle Arti di Sanremo
18.15 – 18.45 TAVOLA ROTONDA INTERATTIVA
18.45 – 19.00 CONCLUSIONI E PROSPETTIVE
Claudio ROSSO Presidente AICQ Nazionale
19.00 – 20.00 APERITIVO

 

Convegno Tecnico GRATUITO aperto a tutti, con iscrizione obbligatoria.

L’iscrizione, fino ad esaurimento dei posti in sala, si effettua tramite il seguente link:
ModuloIscrizione

Per eventuali necessità sulla compilazione del form si prega di inviare comunicazione a: eventi@aicq.it 

A tutti gli Ingegneri iscritti all’Ordine Professionale, la partecipazione al Convegno rilascia n.° 3 CFP, ai fini dell’aggiornamento delle competenze professionali ex DPR 137/2012.
I CFP saranno riconosciuti unicamente con la partecipazione all’intera durata dell’evento formativo, previo controllo delle firme di ingresso e di uscita all’evento.

brochure

CONVEGNO: Prove e valutazioni interne, prove INVALSI – Il Sistema Nazionale di Valutazione: la situazione attuale ed il suo sviluppo

mag 17, 2018 0

25 maggio 2018
IIS “Luzzatti”
via Perlan, 17
Gazzera Mestre (Ve)

25maggio2018

Le scuole più sopra elencate aderiscono, per il secondo anno consecutivo, alla rete “Migliorare insieme si può” che ha come scopo la formazione dei NIV – Nuclei Interni di Valutazione ed il loro supporto, la valorizzazione delle reciproche esperienze e competenze ai fini del miglioramento degli apprendimenti degli studenti. È questa un’esigenza imprescindibile per le scuole che sentono la necessità e l’urgenza di rinnovamento in un periodo di forti cambiamenti e come risposta alle sollecitazioni provenienti a livello centrale.
Al termine del corrente anno di formazione ed in base alle criticità emerse nello sviluppo del progetto, è stato organizzato in collaborazione con Aicq triveneta ed Aicq education un incontro su:

Prove e valutazioni interne, prove INVALSI  Il Sistema Nazionale di Valutazione: la situazione attuale ed il suo sviluppo.

PROGRAMMA

13.45 Registrazione dei partecipanti
14.00 Saluti dei DS Roberto Sintini e Marisa Zanon
14.10 Introduce e coordina Caterina Pasqualin, vicepresidente Aicq education
14.20 “Prove e valutazioni interne, prove INVALSI” 
 Tavola rotonda con le scuole della Rete e
  il dott. Roberto Ricci, responsabile dell’area prove nazionali
16.20 “Il Sistema Nazionale di Valutazione: la situazione attuale ed il suo sviluppo”
 dott. Roberto Ricciresponsabile dell’area prove nazionali
16.45   Interventi dal pubblico e Conclusioni, 
 Paolo Senni Guidotti Magnani, presidente Aicq education

L’incontro è rivolto in particolare ai docenti con incarichi quali i responsabili di dipartimento, i componenti dei NIV ma anche a docenti interessati al tema, fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Le iscrizioni devono pervenire, entro il giorno 20 maggio 2018, ai seguenti link:

DS e docenti della Rete “Migliorare” ModuloIscrizione
DS, docenti e altro personale esterni alla Rete ModuloIscrizione

In tale occasione verranno poste al dott. Roberto Ricci domande formulate da docenti degli Istituti della Rete, coerenti con il tema dell’incontro, altre potranno essere rivolte direttamente dai presenti in modo da rendere l’esperienza il più possibile interessante, concreta, coerente con le aspettative, ricca di ricadute positive per i partecipanti.

La partecipazione rientra nelle giornate di permesso per aggiornamento ai sensi dell’art. 64 del CCNL 29/11/2007 e CCDR 19/06/2003.

Verrà rilasciato attestato di partecipazione.

brochure

Corsi E-Learning Aicq di Preparazione alla Certificazione EQDL

apr 2, 2018 0

Corsi E-Learning Aicq di Preparazione alla Certificazione EQDL

Aicq Nazionale ha approntato corsi di formazione e-learning specifici per supportare chi vuole prepararsi agli esami di Certificazione EQDL.

Come già presentato abbiamo tre patenti EQDL Start e precisamente:

  • Più una patente EQDL che è costituita da tutti e tre i moduli precedenti.

Per ciascuna delle patenti è stato preparato un adeguato corso e-learning. Per informazioni sulla Patente Europea della Qualità EQDL consulta il link

Programma corsi e modalità d’iscrizione al link

 

Workshop: LA NUOVA NORMA ISO 45001

feb 16, 2018 0

16 marzo 2018
Hotel Ca’ Brugnera – Centro Congressi
Via Villa Varda, 4
33070 Brugnera (PN)

Dopo una prolungata gestazione, è stato approvato il draft finale della nuova Norma ISO 45001, che stabilisce i requisiti per un sistema di gestione per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
La norma raccoglie l’eredità della nota BS OHSAS 18001:2007, ma ne migliora l’impostazione, riconducendola allo standard di struttura e contenuti già adottato per le Norme ISO di recente pubblicazione (ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 in particolare).
Grazie a questo passaggio, i modelli organizzativi ISO relativi a Qualità, Sicurezza e Ambiente parlano finalmente un lessico comune, a beneficio delle Aziende che potranno integrare con maggiore facilità le tre discipline in un unico modello di governance.
Scopo dell’incontro sarà di condividere le principali novità della norma e fornire suggerimenti utili ad affrontare con serenità ed efficacia il recepimento, o la transizione per le organizzazioni già certificate secondo lo schema BS OHSAS 18001:2007.

PROGRAMMA

Moderatore dell’evento: Enrico Cusinato
9.00 Saluti e presentazione dell’evento
Enrico Cusinato, RINA Services S.p.A.
14.15 Saluti e Introduzione di AICQ
14.30 La Struttura HLS della norma ISO 45001: conclusione di un processo di ottimizzazione
Filippo Aguiari, AICQ — Università di Padova
14.45 Introduzione generale ai contenuti della Norma
Pieraldo Mori, SMP S.r.l.
15.15 I primi elementi di Novità e le possibili vie di transizione alla ISO 45001 Il punto di vista dell’Organismo di Certificazione
Federica Michelazzo, RINA Services S.p.A.
15.30 Confronto con la BS OHSAS 18001:2007
Pieraldo Mori, SMP S.r.l.
16.15   Coffee break
16.30 Il “nuovo” approccio al rischio nel mondo dei sistemi di gestione
Filippo Santinello, SMP S.r.l.
16.45 ISO 45001 e D.lgs. 81/08 Implicazioni per la compliance all’attuale legislazione nazionale
Roger Neri, HSE Manager e formatore
17.30 Q & A / dibattito e chiusura dei lavori

 

Modalità di iscrizione

La partecipazione all’evento è gratuita;

per iscriversi è necessario registrarsi entro e non oltre il 09/03/2018 compilando il modulo d’iscrizione dal link seguente:

ModuloIscrizione

Per informazioni:

SMP S.r.l. – Segreteria
E-mail: info@studio-mp.com
Tel.: 340 5952681
AICQ Triveneta Segreteria
E-mail: info@aicqtv.net
Tel.: 351 0800386

brochure

COME RAGGIUNGERCI

In auto: Autostrada A28, uscita SACILE OVEST

Mappa

  • Appena usciti dall’autostrada seguite le indicazioni per BRUGNERA / FRANCENIGO
  • Proseguite sulla SP15 per circa 6 km, quindi prendete a destra l’uscita ODERZO / SAN CASSIANO / BRUGNERA e tenete la destra direzione BRUGNERA
  • Dopo circa 600-700 metri troverete l’Hotel Ca’ Brugnera alla Vostra Sinistra

Tavola rotonda:”QUALITÀ ED ECCELLENZA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE” STATO DELL’ARTE E PROSPETTIVE FUTURE

ott 11, 2017 0

TREVISO, 10 novembre 2017
Convegno Nazionale per la Settimana Europea della Qualità
Salone Borsa Merci, Camera di Commercio di Treviso – Belluno

Collaborazioni-10-11

FINALITA’ e CONTENUTI

Molte sono state negli anni recenti le iniziative per stimolare e supportare l’eccellenza nella Pubblica Amministrazione, anche se non sempre coordinate ed impostate in modo coerente. Le esperienze a seguito di tali iniziative presentano una situazione a macchia di leopardo: a fronte di tante situazioni problematiche e di un contesto generale che richiederebbe iniziative diffuse, si ha evidenza di esperienze d’eccellenza in diversi settori della PA, riconosciute anche a livello internazionale.
D’altra parte, sono numerosi i richiami da parte delle istituzioni ai diversi settori della PA perché i principi della Qualità e dell’Eccellenza siano parte integrante nelle loro politiche e strategie. Si veda ad esempio la recente delibera della Corte dei Conti n. 5/SEZAUT/2017/INPR, in cui si richiamano i sindaci dei comuni, delle città metropolitane e i presidenti delle province alla definizione e al monitoraggio di obiettivi, alla misurazione di indicatori di efficienza, efficacia ed economicità, al controllo e miglioramento della qualità dei servizi erogati, anche attraverso la misura della soddisfazione degli utenti interni ed esterni.
Partendo dalla discussione di alcuni significativi casi di esperienze positive, si intende focalizzare il dibattito sulle iniziative in atto e sulle prospettive di breve-medio periodo, e su come stimolare un approccio coerente e diffuso, attraverso la sensibilizzazione delle Istituzioni.

DESTINATARI

Dirigenti, funzionari e dipendenti della Pubblica Amministrazione, società di Pubblica Utilità e Servizi, consulenti e stakeholders della PA.

PROGRAMMA LAVORI

08.00-08.45 Registrazione Partecipanti
09.00-09.30 Saluti Istituzionali
Mario Pozza, Presidente Camera di Commercio di Treviso – Belluno
Giovanni Manildo, Sindaco di Treviso
Roberto Marcato, Assessore allo Sviluppo Economico ed Energia
della Regione Veneto
Angelo Rughetti, Sottosegretario alla Funzione Pubblica
09.30-09.40  Apertura Lavori
 Introduzione: Qualità/Eccellenza nella pubblica amministrazione
 Italo Benedini, esperto e docente Modelli TQM
09.40-11.00  Prima Tavola Rotonda (testimonianze)
Conduce: 
 Vincenzo Mazzaro, Past President Aicq Nazionale, esperto e docente Modelli TQM
Partecipano:
Romano Tiozzo, Segretario Generale della Camera di Commercio di Treviso – Belluno
Paolo Galeano, Sindaco del Comune di Preganziol
Daniele Roccon, Direttore del Centro Servizi Galvan
Roberto Sgalla, Prefetto e Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato
Michele Morelli, Questore di Belluno
Chiara Morandini, Direttore Generale del Comune di Trento
Automobile Club d’Italia
11.00-11-30 Coffee break
11.30-13.15 Seconda Tavola Rotonda (istituzioni)
Conduce :
Carlo Mochi Sismondi, Presidente Forum PA
Partecipano:
Corte dei Conti
Antonio Scipioni, Presidente Aicq Triveneta 
Filippo Trifiletti, Direttore Generale di Accredia – Ente italiano di accreditamento
Dipartimento Funzione Pubblica
Giovanni Bertorelli, Apqi – Associazione Premio Qualità Italia
Maria Rosa Pavanello, Presidente Anci Veneto
Aran – Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni
Gianni Potti, Presidente del Comitato Nazionale di Coordinamento Territoriale (CNCT) di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici
13.15-13.30 Conclusioni

 

EVENTO A PARTECIPAZIONE GRATUITA
Previa iscrizione, fino ad esaurimento dei posti disponibili

compilando il mudulo d’iscrizione

ModuloIscrizionebrochure

 

 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

KAIROS S.R.L.
Via Svezia, 9
35127 – Padova
Tel. (+39) 041 5100598
Email: eventi@kairos-consulting.com

SEDE CONVEGNO
CAMERA DI COMMERCIO DI TREVISO – BELLUNO
Salone Borsa Merci
Piazza Borsa, 3b – 31100 – Treviso

Come arrivare

In treno: dalla stazione circa 10′ a piedi (600 m) seguendo questo percorso:
• usciti dalla stazione attraversare piazzale Duca d’Aosta e proseguire diritto per via Roma
• dopo aver attraversato il ponte “S. Martino” proseguire diritto su corso del Popolo fino a raggiungere sulla destra piazza Borsa
In autobus: in Piazza Borsa fermano i numeri 1,3,7,10
In auto: autostrada A27 Venezia/Belluno, uscita casello Treviso Sud.
Parcheggi:
• Dal Negro Urban Parking, Via Sebastiano Venier, 53 – Treviso
• Parcheggio di Treviso Centrale (stazione FFSS), Viale Trento e Trieste – Treviso

Mappa-10-11-2017

 

Convegno: LA NUOVA NORMA ISO 17025:2017 PER I LABORATORI DI PROVA E DI TARATURA

set 26, 2017 0

13 Novembre 2017
presso Aula Magna – Polo Multifunzionale “A. Vallisneri”, Università di Padova
Viale G. Colombo 3 (pedonale) o Via U. Bassi 58b (Carraio) – Padova

 13-11-Collaborazioni

 

PROGRAMMA

8.45 – 9.30 Registrazione dei partecipanti.
9.30 – 9.40 Apertura convegno e saluti di benvenuto.
Prof. Antonio Scipioni (UNIPD)
9.40 – 9.50 Saluti di benvenuto.
Dott.ssa Elena Alberton (Ordine Interprovinciale dei Chimici del Veneto )
9.50 – 10.00 La gestione della qualità nei laboratori di prova e di taratura.
Prof. Antonio Scipioni (UNIPD)
10.00 – 10.10 Il Comitato Tecnico Laboratori AICQ: mission, obiettivi e attività svolte.
Ing. Andrea Fedele (UNIPD, AICQ Laboratori)
10.10 – 10.50  Le principali modifiche nella revisione della norma ISO/IEC 17025 e il processo di transizione.
Dott.ssa Silvia Tramontin, Dott.ssa Sabrina Pepa (ACCREDIA, Dip. Lab. di prova)
10.50 – 11.00  PAUSA
11.00 – 11.40 La nuova ISO/IEC 17025 per i laboratori di taratura: considerazioni generali sui requisiti dello standard.
Ing. Rosalba Mugno, Ing. Giulia Suriani (ACCREDIA, Dip. Lab. di taratura)
11.40 – 12.00 La gestione del miglioramento secondo la revisione della norma ISO/IEC 17025.
Dott. Massimo Pradella (AICQ Laboratori)
12.00 – 12.20 La definizione delle regole decisionali per l’espressione della conformità a limiti di specifica o di legge.
Dott. Alessandro Grigato (AICQ Laboratori)
12.20 – 12.40 Incertezza di misura e responsabilità legali del laboratorio nell’espressione della conformità a limiti di legge o di specifica.
Avv. Luciano Butti (Università di Padova – Life Member Clare Hall College Cambridge)
12.40 – 13.00 Discussione finale e conclusioni

Informazioni

Il Convegno è gratuito e prevede un numero massimo di partecipazioni pari a 130 iscritti.
Solo per coloro che si iscriveranno secondo la procedura indicata sarà garantito l’ingresso al convegno.

Per gli iscritti all’Ordine degli Ingeneri e all’Ordine dei chimici è previsto l’ottenimento dei crediti formativi, in via di assegnazione.

È richiesta l’iscrizione al Convegno con le modalità elencate nella sezione seguente.
Prima dell’apertura del convegno agli iscritti è richiesta la registrazione e la firma di presenza.

È previsto, a seguito del convegno, l’invio da parte della Segreteria Organizzativa di un attestato di partecipazione

brochure

Iscrizione al Convegno

Per iscriversi al convegno è necessario compilare il modulo di iscrizione
accessibile al link

                                   ModuloIscrizione

Chiusura iscrizioni: mercoledì 8 novembre 2017

Segreteria organizzativa

Per qualsiasi informazione è possibile scrivere all’indirizzo mail: info@aicqtv.net
(indicando cortesemente in Oggetto alla mail “Convegno 17025”)
o chiamare ai seguenti recapiti telefonici:
049 827 5539/1611

Workshop: come applicare i requisiti della ISO 9001:2015 scelta ed utilizzo di tecniche e strumenti di base per la valutazione e gestione del rischio

set 11, 2017 0

27 e 28 settembre

Obiettivo Ambiente s.r.l.

Viale della Navigazione Interna,35

35129 Padova (PD)

La struttura di alto livello (HLS) imposta da ISO per tutte le nuove norme sui Sistemi di Gestione, o per le revisioni delle stesse, ha portato tra le novità più significative quella di un approccio alla gestione basato sul rischio e finalizzata non solo a governare le minacce che potrebbero impedire il raggiungimento degli obiettivi stabiliti, ma anche a cogliere e valorizzare le opportunità che risultano interessanti per le finalità dell’organizzazione. Nella ISO 9001:2015 si parla di “Risk Based Thinking” ovvero di un “Atteggiamento Mentale orientato al Rischio”, ma non vi è alcun requisito che richieda l’utilizzo di “metodi formali” o un processo documentato di gestione del rischio. È l’organizzazione che è chiamata a decidere come affrontare tale tema e “se sviluppare o meno una metodologia di gestione del rischio più estesa rispetto a quanto richiesto nella ISO 9001:2015, per esempio attraverso l’applicazione di altre guide o norme”. Questo approccio culturale basato sul rischio, pur facendo parte del DNA di tutti gli esseri viventi, è spesso del tutto inconsapevole e, per questo, trascurato, non sempre utilizzato e, soprattutto, non “sfruttato” in modo efficace e conveniente. Nelle edizioni precedenti della ISO 9001, il rischio non era richiamato in modo esplicito (tranne un vago accenno nell’introduzione dell’edizione 2008), ma, ad una lettura attenta, sarebbe stato evidente che il rischio permeava indirettamente tutti i punti della norma. Con la nuova edizione numerose sono le analogie sia nei principi sia nella struttura con la Guida ISO 31000 (Gestione del rischio – Principi e linee guida).

 

SchedaCorso _

Informazioni per l’iscrizione: È possibile accedere al form di iscrizione dal link seguente:ModuloIscrizioneOppure via mail a:

info@aicqtv.net

oppure

segreteria@obiettivoambiente.com

con oggetto: “Iscrizione Workshop Risk Management Avanzato del 27 e 28 settembre”

LE COMPETENZE DI SISTEMA, STRUMENTO DI QUALITÀ PER IL MIGLIORAMENTO

mag 29, 2017 0

30 maggio 2017
Ore 9:00 – 17:00

presso l’Educandato Statale Maria Adelaide di Palermo,

Corso Calatafimi 86  

Convegno Nazionale delle Scuole aderenti alla Rete FARO e alla RETE DELLE RETI (SIRQ, FARO, AU.MI.RE., AICQ) in collaborazione con l’INDIRE e con la Rete LI.SA.CA.

Tema del convegno:  Le competenze di sistema, strumento di qualità per il miglioramento.
Progetto F.A.R.O.: Convegno Nazionale FARO in collaborazione con la RETE DELLE RETI, con l’INDIRE e con la Rete LISACA

L’evento, realizzato in collaborazione con l’INDIRE e con la Rete LI.SA.CA, vedrà l’avvio di una cooperazione stabile sui temi delle competenze trasversali e dei processi di miglioramento delle Scuole. Gli interventi dei formatori delle Reti promotrici e dell’INDIRE tenderanno a delineare un quadro culturale vasto e significativo con presentazione, tra l’altro, di metodi, strumenti, collaborazioni ed esempi di esperienze effettivamente realizzate.

Per i temi trattati, di attualità e in linea con i processi innovativi in atto, l’incontro è utile ai docenti che intendono partecipare al prossimo Concorso a Dirigente scolastico. Ricordiamo che ora anche i docenti possono singolarmente aderire alle iniziative della Rete seguendo le istruzioni sotto riportate.
Per motivi logistici e organizzativi è necessario iscriversi all’evento usando la

 Programma dei lavori

Ore 9:00   Registrazione dei partecipanti

Ore 9:30

Introduce:

Sebastiano Pulvirenti

Saluto delle Autorità

Interventi di apertura:

Angela Randazzo
Vito Pecoraro
Angela Fontana

Coordinano i lavori:

Vito Infante,
Mirella Paglialunga
Caterina Pasqualin

RELAZIONI:

Competenze di sistema, strumento di qualità per il miglioramento
Sebastiano Pulvirenti (Rete FARO)

L’INDIRE per il miglioramento. L’intesa con la Rete delle Reti
Francesca Storai (INDIRE)

Le competenze tra innovazione e tecnologie: disegno di una ricerca sul campo
Antonella Turchi (INDIRE)

Il Progetto di miglioramento e la Rendicontazione sociale: le linee guida della Rete AU.MI.RE.
Mirella Paglialunga (Rete AU.MI.RE)

Il Progetto di miglioramento e il Bilancio sociale: moduli formativi della Rete AU.MI.RE..per le   competenze dei docenti
Clara Cavalieri e Alessia Quadrini (Rete AU.MI.RE.)

Le competenze in gioco nel miglioramento
Vito Infante (Rete SIRQ)

Aicq education per l’innovazione e il miglioramento: metodi, strumenti, collaborazioni, esempi
Caterina Pasqualin (AICQ)

Competenze in rete: risorse ed esperienze condivise per la crescita qualitativa delle Scuole
Annalisa Frigenti e Daniela Ruffolo (Rete LI.SA.CA.)

Ore 14:00  Pranzo di lavoro

Ore 15:00  Ripresa dei lavori

Tra compiti di realtà e rubriche di valutazione
Mirella Pezzini (Rete FARO)

La formazione del DS tra autovalutazione, bilancio delle competenze e rendicontazione sociale
Salvatore Ferraro (Rete FARO)

Riflessioni sul miglioramento in ambito europeo: esperienze in Francia e in Finlandia
Vito Pecoraro e Maria Paola Iaquinta (Rete FARO)

Ore 16:00   Dalle Reti: dibattito e proposte per un programma comune

Ore 17:00  Termine dei lavori

I principi di BPL e la certificazione dei Centri di Saggio

mar 28, 2017 0
Workshop di aggiornamento per le figure professionali afferenti ai Centri di Saggio BPL

3 maggio 2017

Sala PARIGI ZANHOTEL EUROPA

Via Cesare Boldrini, 11 40121 Bologna

Dato che sono sempre più numerose le richieste relative allo svolgimento di studi condotti in conformità al sistema BPL, l’obiettivo del Workshop è quello di aggiornare e informare, con il competente supporto dei relatori, le figure professionali coinvolte in questo sistema di qualità, con particolare riferimento all’aspetto organizzativo e di gestione di un Centro di Saggio, al fine di fornire un supporto tecnico a tutto il personale coinvolto.

Inoltre, verrà illustrato un sistema integrato BPL-ISO9001.

L’evento è rivolto in particolare ai Centri di Saggio già certificati o in via di certificazione come utile momento di scambio di riflessioni.

La Buona Pratica di Laboratorio (BPL) riguarda il processo organizzativo e le condizioni in cui gli studi non clinici sulla sicurezza per la salute umana e l’ambiente vengono programmati, eseguiti, controllati, registrati e riportati.

L’insieme dei principi di BPL stabilisce quindi come condurre uno studio, partendo dalla sua pianificazione fino alla comunicazione dei risultati (Final Report) e alla loro conservazione in archivi ad accesso controllato. Le modalità di registrazione e archiviazione della documentazione prescritta dal sistema BPL rende possibile la trasparenza e la tracciabilità dei dati e di eventuali modifiche o deviazioni rispetto alle procedure previste.

I Centri di Saggio certificati BPL dal Ministero della Salute, mediante ispezioni periodiche al fine di verificarne la reale conformità o il mantenimento della stessa ai principi del sistema BPL, sono autorizzati a condurre studi non clinici con prodotti fitosanitari conformemente ai principi di Buona Pratica di Laboratorio (D.Lgs. n.50 del 02/03/2007, OECD Guidelines Series) per le aree di competenza certificate.

Le caratteristiche di idoneità dei dati inclusi negli studi non clinici ottenuti in conformità alla BPL costituiscono prerequisiti obbligatori ai fini della reciproca accettazione dei dati da parte degli Stati aderenti al sistema MAD (Mutual Acceptance of Data) dell’OECD, Organisation for Economic Co-operation and Development, sistema che permette che i dati di sicurezza prodotti da tali studi siano accettati in tutti gli Stati membri nell’ambito della tutela della salute umana e della salvaguardia ambientale.


PROGRAMMA

09:15 Registrazione partecipanti

10.00:
Saluto AICQ
C. Rosso, Presidente AICQ
Masselli, Coord. Gruppo Giovani AICQ

10:30:
Campo di applicazione e principi BPL
A. Meneguz, Istituto Superiore della Sanità

11:00:
Conduzione di uno studio BPL
E. Testai, Istituto Superiore della Sanità

11:30 Coffee Break

11:45:
Criticità riscontrate nelle visite ispettive ai Centri di Saggio certificati BPL
P. Di Prospero, Istituto Superiore della Sanità

12:15:
Validazione dei sistemi computerizzati e archiviazione elettronica dei documenti
E. Carrani, Istituto Superiore della Sanità

12:45 Domande/Interventi liberi

13:30 Lunch presso l’Hotel

14:30:
Le BPL in un laboratorio pubblico: l’esperienza di ARPA Emilia Romagna
A. Colacci, ARPA ER Bologna

15:00:
Sistema integrato BPL-ISO9001 dal punto di vista di un QA
S. Gallerini, AICQ e QAU SAGEA

15:30:
Multi-side studies: definition-organization-specific rules
J. Bartolomé, Envigo CRS Ltd.

16:00:
Gli studi di campo dal punto di vista di un Direttore di Studio
D. Rinaldi, Direttore Studi SAGEA

16:30 Domande/Interventi liberi

17:30 Fine lavori


RELATORI

Moderatore:
Massimo PRADELLA, Pres. Comitato Laboratori di Prova e Taratura AICQ

Annarita MENEGUZ
annarita.meneguz@iss.it
Istituto Superiore Sanità Roma, Direttore di Reparto Dip. FARM – Valutazione pre-clinica dei Farmaci e Sperimentazioni Cliniche di Fase I

Emanuela TESTAI
emanuela.testai@iss.it
Istituto Superiore Sanità Roma, Direttore di Reparto Dip. AMPP – Meccanismi di tossicità

Paola DI PROSPERO FANGHELLA
paola.diprospero@iss.it
Istituto Superiore Sanità Roma, Direttore di Reparto CSC – Valutazione del pericolo di sostanze chimiche

Eugenio CARRANI
eugenio.carrani@iss.it
Istituto Superiore Sanità Roma, Servizio Informatico

Annamaria COLACCI
a.colacci@arpae.it
ARPA Emilia Romagna, Bologna, Direzione Tecnica Resp. di CTR Tossicologia Ambientale

Simonetta GALLERINI
simonetta.gallerini@sagea.com
QAU SAGEA SR Centro di Saggio Srl, Pres. Settore Alimentare AICQ, vice-Pres. Comitato Laboratori Prova e Taratura AICQ

Javier BARTOLOME’
javierbartolome@fieldtrials.es
Study Director Envigo CRS Ltd. Valencia (Spagna)

Dario RINALDI
dario.rinaldi@sagea.com
Direttore studi SAGEA SR Centro di Saggio Srl


brochure

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

La quota di partecipazione è pari a 305,00€ (iva inclusa) a persona comprensiva di coffee break e pranzo (per Agronomi e Chimici iscritti agli Ordini è applicato uno sconto pari al 20% (244,00€ iva inclusa).

Il Workshop è rivolto principalmente ad agronomi e chimici che lavorano nei Centri di Saggio certificati dal Ministero della Salute o in via di certificazione, conformemente al D.Lgs. n.50 del 02/03/2007 e alle Linee Guida Internazionali OCSE.

L’evento è in fase di accreditamento sia presso l’Ordine Interprovinciale dei Chimici della Lombardia sia presso quello degli Agronomi di Bologna (n.8 CFP).

Le adesioni, tramite modulo di iscrizione, dovranno pervenire entro e non oltre il 7 aprile 2017:

Accedendo al form di iscrizione al seguente link: Prova

Per i soli Chimici iscritti all’Ordine tramite il portale

http://formazione.chimici.it

e successivo pagamento tramite bonifico

Forma di pagamento:

Bonifico Bancario: AICQ Milano Via Cornalia, 19:

IBAN IT 22M0335901600100000119944

Si accetteranno le iscrizioni fino al numero massimo di partecipanti stabilito


Responsabile scientifico
Simonetta Gallerini, AICQ, QAU SAGEA SR Centro di Saggio Srl –
Email: simonetta.gallerini@sagea.com

Segreteria Organizzativa
Marta Gentili, AICQ Nazionale
Via Cornalia, 12 20124 Milano
Tel. 0266712484 Fax 0266712510
Email: eventi@aicq.it
Sito: www.aicqna.it

UNI ISO 37001:16 I SISTEMI DI GESTIONE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

mar 28, 2017 0

Palazzo Geremia, Sala Falconetto Via Belenzani, 20 –  Trento

4 Aprile 2017  ore 14:30-17:30

UNI ISO 37001 specifica i requisiti per stabilire,mettere in atto, mantenere, aggiornare e migliorare un sistema di gestione per la prevenzione della corruzione, che aiuti un’organizzazione a prevenire, rintracciare e affrontare la corruzione.

Il convegno si propone l’obiettivo di inquadrare i requisiti della norma, di dare esempi concreti sulle modalità divalutazione del rischio corruttivo e sull’integrazione di questa norma con il modello organizzativo exD.Lgs.231/01.

Scarica la brochure completa   brochure


Agenda

Introduzione e saluti istituzionali

Chiara Morandini (Direttore Generale Comune di Trento)
Claudio Rosso (Presidente AICQ e Referente di Schema AICQ SICEV)
Antonio Scipioni (Presidente di AICQ Triveneta)
Giorgio Gallo (Presidente Settore P.A. AICQ)

 1° Intervento

Il nuovo standard ISO 37001
Gianluca Biunno (Rina Services)

 2° Intervento

Strumenti per la prevenzione del rischio corruzione.
Francesca Marchesi (Trecon Srl)

3 °Intervento

L’integrazione con il modello organizzativo ex D.Lgs. 231/01
Cristina Bicocco (Trecon Srl)

4° Intervento

Il Ruolo dell’Auditor sui Sistemi di Gestione per la Prevenzione della Corruzione -UNI ISO 37001:2016
Claudio Rosso (Presidente AICQ e Referente di Schema AICQ SICEV)

Dibattito

Segreteria Organizzativa

AICQ TRIVENETA
Tel. 3510800386

email: info@aicqtv.net

IL RISCHIO SISMICO IN AZIENDA: è l’ora di valutare ?

feb 14, 2017 0

Hotel Ca’ Brugnera – Centro Congressi – Brugnera (PN)

27 Gennaio 2017

I sismi che sono avvenuti in Italia negli ultimi anni (Umbria – Marche 1997, Molise 2002, Abruzzo 2009, Emilia 2012, Umbria- Marche – Lazio 2016 solo per citare i più noti) hanno riportato alla mente quanto la nostra Penisola sia soggetta al rischio “terremoto”.

Il rischio sismico deve essere valutato dagli Imprenditori – Datori di Lavoro non solo per garantire ai propri dipendenti di lavorare in condizioni di “rischio accettabile”, ma anche per garantire la continuità di business alla propria Organizzazione e a tutte le parti interessate, Clienti in primis.

Tali aspetti sono diventati ancora più centrali, dato che negli ultimi anni anche la ISO ha introdotto i temi della Risk Analysis e del Business Continuity nelle norme di riferimento per i Sistemi di Gestione.

L’incontro formativo vuole essere un momento non solo di informazione e formazione sui rischi per la sicurezza e la salute che si possono verificare negli ambienti di lavoro a seguito di un evento sismico, ma anche di riflessione sull’importanza della pianificazione del riavvio post evento.

Scarica la brochure completa   brochure

Iscrizioni  al link   iscrizioni

Corso di formazione per l’aggiornamento sulla nuova ISO 9001-2015:

gen 20, 2017 0

Corsi Qualificati AICQ SICEV validi per l’aggiornamento degli Auditor di Parte Terza alla nuova norma ISO 9001:2015 MODULO 1: Definizione del CONTESTO Interno ed Esterno dell’Organizzazione dell’Azienda alla luce della nuova ISO 9001:2015

Aicq, in collaborazione con Accredia, è lieta di presentare il nuovo corso di formazione per l’aggiornamento sulla nuova ISO 9001-2015 a cui potranno partecipare gli Auditors di parte terza.
La proposta formativa completa propone 4 moduli da 8 ore ciascuno, che affronteranno le quattro tematiche più importanti alla base della nuova ISO 9001. Si fa presente che per l’aggiornamento è sufficiente scegliere uno dei 4 moduli sviluppato; si offre comunque la possibilità di seguire tutti i moduli.
Si vuole inoltre ricordare che il corso è aperto anche ai consulenti e agli RSQ, che potranno così acquisire competenze specifiche sulla nuova norma.

ISO 9001 e ISO 14001 cosa cambia nella nuova revisione 2015

mag 26, 2014 0

martedì 17 giugno 2014 ore 14.15

Palazzo Torriani – Largo Carlo Melzi 2 Udine

Negli ultimi anni stiamo affrontando un cambiamento radicale nel mondo imprenditoriale: le aziende sono attente ai cambiamenti richiesti dal mercato e la crisi ha messo a dura prova le capacità di riorganizzarsi. Una nuova sfida che può offrire importanti opportunità per le imprese.

 Nel corso dell’incontro si parlerà delle novità delle norme ISO 9001 e 14001 attraverso l’analisi dell’avanzamento delle revisioni sulla base delle riunioni in corso da parte dei gruppi di lavoro ISO.

 Un momento di approfondimento con i responsabili qualità ed ambiente, oltre che con i responsabili delle aziende.

Intervengono

Verso l’ISO 9001:2015. Opportunità e sfide per le imprese –  Cecilia De Palma

Membro della Commissione Tecnica Servizi e della Commissione Tecnica UNICEI “Gestione per la Qualità e Metodi Statistici” nel gruppo di lavoro Sistemi Gestioni Qualità; Presidente del Comitato Tecnico Normativa e Certificazione Sistemi Gestione Qualità di AICQ Nazionale

 

ISO “Vision 14001”, gestione ambientale e strategie di business: novità e prospettive – Alessandro Manzardo     

Membro del comitato ISO/TC 207 “Environmental Management System” che si sta occupando della stesura della nuova ISO 14001

 La partecipazione al Seminario sarà ritenuta valida ai fini dell’aggiornamento professionale richiesto per la certificazione AICQ-SICEV.

Scarica ora la locandina con il programma completo e le modalità di registrazione

CONVEGNO NAZIONALE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO: PRIORITÀ DI BUSINESS E OPPORTUNITÀ DI CRESCITA

mag 6, 2014 0

Milano, 22 maggio 2014 – Centro Congressi FAST 

Il convegno annuale del Comitato Nazionale AICQ Salute e Sicurezza è diventato un appuntamento fisso nel panorama delle manifestazioni annuali in tema di salute e sicurezza sul lavoro.

Quest’anno vede i riflettori puntati sui costi della non sicurezza e come una gestione accurata possa consentire alle aziende virtuose di essere maggiormente competitive sul mercato, anche in vista di EXPO 2015.

Attraverso le testimonianze di importanti addetti ai lavori si evidenzierà come investire in sicurezza abbia una ricaduta immediata sul business aziendale ribaltando in modo drastico l’approccio adempistico tradizionale.

Il convegno vuole in sintesi analizzare le best practices ed evidenziare quali potranno essere gli sviluppi futuri. Si rivolge pertanto a tutti coloro che direttamente o indirettamente operano nel settore Salute e Sicurezza sul Lavoro: responsabili aziendali di sistemi di gestione per la sicurezza, RSPP, ASPP, medici competenti, legali 231, tecnici e/o consulenti della prevenzione, datori di lavoro, dirigenti e a chi ricopre funzioni nelle attività di valutazione, prevenzione e protezione.

>> Ai partecipanti registrati sarà rilasciata pen drive contenente la documentazione presentata e discussa e un attestato di partecipazione.

>> Per ognuna delle sessioni tematiche pomeridiane, inoltre, a chi ne farà richiesta al momento dell’iscrizione e indicando la sessione prescelta sulla scheda di iscrizione (nella misura dei primi 30 iscritti, regolarmente registrati) sarà rilasciato un attestato formativo valido ai fini dell’aggiornamento ASPP e RSPP salvo esito

Scarica ora la scheda di adesione ed il programma completo

La qualità paga e il benessere si vede – 14/15 Aprile

apr 1, 2014 0

14 e 15 Aprile 2014

Parc Hotel Paradiso, Castelnuovo  del Garda (Vr)

Il Marchio Qualità e Benessere, da anni punto di riferimento nel difficile compito di misurare la qualità e il benessere degli anziani nelle strutture residenziali, rappresenta uno tra gli strumenti di valutazione più efficaci per quanti operano nei servizi socio sanitari. Se la valutazione è precisa, si riescono ad individuare non solo le eccellenze ma anche gli sprechi da eliminare per recuperare risorse e quindi efficienza.

Il 14 e 15 Aprile, con il Patrocinio AICQ Triveneta si svolgerà un convegno per approfondimenti sul tema

Scarica ora la locandina con il programma e la scheda di iscrizione

INCONTRO FORMATIVO 5 LUGLIO 2013

lug 2, 2013 0

Incontro valido quale aggiornamento RSPP ASPP per tutti i settori ateco

Da sempre gli ambienti confinati sono caratterizzati da gravi infortuni mortali, evidenziando la necessità di migliorare continuativamente mezzi e tecnologie utili alla rilevazione istantanea della persona e delle condizioni ambientali. Al fine di ridurre drasticamente il fenomeno infortunistico è necessario agire incisivamente

in termini preventivi, ma anche in termini di individuazione della persona, per favorire e velocizzare tutti gli interventi di emergenza.

Il DPR n° 177/2011, ri-definisce le regole per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti “sospetti di inquinamento o confinati” e le linee generali di una vera e propria strategia di contrasto agli infortuni nelle attività a rischio.

Il raggiungimento di tali obiettivi è possibile con una seria progettazione dell’ambiente di lavoro e la conseguente adozione di misure e strumenti di prevenzione e protezione

TEMA DELL’INCONTRO

L’incontro è teso ad evidenziare metodiche di lavoro e novità tecnologiche per gli interventi in ambienti a rischio. I gravi accadimenti si possono evitare adottando metodi e strumenti ed agendo in modo incisivo sulle competenze del personale operativo e sulla loro capacità di reazione alle condizioni stressogene. L’emotività e lo stress possono essere dominati soltanto previo un continuo addestramento che permette di elevare la consapevolezza della persona. L’errata scelta del DPI e la mancata adozione delle procedure di intervento in caso di emergenza da parte delle persone coinvolte, hanno come conseguenza il ripetersi di immani tragedie. L’obiettivo dell’incontro formativo è quello di fornire indicazioni teorico-pratiche agli operatori della Sicurezza ed ai Datori di Lavoro per la corretta applicazione delle normative vigenti e per l’introduzione di innovazioni tecnologiche oggi disponibili

Scarica la locandina con il programma completo, i costi  e le indicazioni su come arrivare>>> locandina

Le iscrizioni ammesse sono 15, qualora giungessero adesioni in numero superiore, provvederemo ad accettare le prime 15 iscrizioni ed a riproporre il corso.

Decimo Salone D’ Impresa

mar 1, 2012 0

UN NUOVO MODELLO DI MANAGEMENT PER L’IMPRESA DEL FUTURO

Tecniche strumenti ed esempi per incrementare i risultati mettendo al centro le persone

Venerdì 18 maggio 2012, 14.00-18.00
Villa Furstenberg, Via Gatta 11 Mestre Venezia (Ve)

 

Le recenti modificazioni dei mercati e degli Stati stanno proponendo agli imprenditori ed ai manager profondi mutamenti negli assetti strategici e organizzativi.  In questa direzione giungono sicuramente come un importante aiuto taluni modelli manageriali adottati da imprese giapponesi e statunitensi che stanno dando grandi risultati sia in termini di performance, sia di risparmi sia di motivazione del personale.  Ma quello che più conta sono facili da introdurre nell’impresa e soprattutto orientati fortemente al servizio al cliente e alla produzione. 
Nel corso del presente incontro saranno presentate metodiche e strumentazioni inquadrate secondo la logica del kaizen e saranno altresì evidenziati casi ed esperienze di aziende del Nord Est e nazionali che operano sui principali mercati mondiali.

Scarica la locandina dell’evento e visita il sito !


Per qualsiasi informazione contatta la nostra segreteria
AICQ Triveneta
Galleria Giacomuzzi 6/5
30174 Mestre – Venezia
Tel: 041/951795
Fax: 041/940648
E-mail: info@aicqtv.net

 

Corso “Utilizzo di COBIT per il governo dei sistemi informativi aziendali”

feb 21, 2012 0

Padova, a partire dal 16 marzo 2012

Obiettivi del corso
Presentare tecniche e strumenti pratici di utilizzo di COBIT, anche attraverso alcuni casi aziendali, che aiutano a rispondere alle tue domande.
Approfondimento del maturity model quale punto centrale per impostare attività di IS Governance e per la risoluzione delle problematiche aziendali di miglioramento.

Scarica la locandina del corso

Waiting for COBIT5 IT Governance and Process Assessment

feb 16, 2012 0

Waiting for COBIT5 IT Governance and Process Assessment

Venerdi 2 marzo 2012
ore 9.00

Padova, Viale Venezia, NH Mantegna


EVENTO DI INAUGURAZIONE DELLE ATTIVITÀ DI ISACA VENICE CHAPTER

 

Nella giornata saranno approfonditi temi quali la Governance dell’impresa, le tecniche di management per l’IT e i modelli di Process Assessment, grazie agli interventi di Wim e Steven che hanno contribuito a sviluppare la versione COBIT5 del framework e le linee guida di IS Governance di ISACA.

 

Scarica la locandina dell’evento

Seminario del Master in gestione integrata nelle Pubbliche Amministrazioni

gen 26, 2012 0

Coniugare efficienze ed efficacia nella Pubblica Amministrazione: 
la strada indicata dal Modelli d’Eccellenza CAF ed EFQM

Venerdì 10 febbraio 2012, ore 9.30 – 13.00
Villa Valmarana Morosini, Altavilla Vicentina (VI)

 L’efficacia (i risultati dei prodotti o servizi forniti ai clienti) e l’efficienza (idealmente definibile come il rapporto  tra i risultati ottenuti ed i costi sostenuti) sono fattori imprescindibili del successo nella Pubblica
Amministrazione, come nel privato. La misura e il miglioramento continuo di efficacia ed efficienza sono  indicatori del successo delle strategie, ma il successo complessivo dell’organizzazione non può prescidere
dalla chiarezza degli indirizzi (la mission e la vision), dalla bontà delle strategie, dalla corretta gestione delle  risorse e dalla efficienza/efficacia del sistema di processi che sostiene gli obiettivi dell’organizzazione. 
I modelli d’Eccellenza, quali il Modello EFQM (della European Foundation for Quality Management) e  CAF  (Common Assessment Framework, coordinato dalla European Institute for Quality Management, indirizzato alla  Pubblica Amministrazione) indicano un percorso per controllare, misurare e migliorare il sistema organizzativo
e gestionale che è alla base del successo dell’organizzazione, come capacità di realizzare il miglior  compromesso tra efficacia ed efficienza.
Il seminario intende fornire una panoramica sul Modello CAF, sul suo collegamento al modello EFQM,  sui possibili strumenti per un suo efficace utilizzo e sui percorsi offerti alle organizzazioni, a partire da
un livello di ”base” verso il miglioramento continuo e l’eccellenza.
Saranno inoltre presentate testimonianze di organizzazioni pubbliche che hanno efficacemente applicato o  stanno applicando i modelli CAF e EFQM, migliorando efficienza ed efficacia del proprio sistema.

PROGRAMMA
Ore 9.30      
Maurizio Castro
Direttore Scientifico del Master in gestione integrata nelle PA  Apertura lavori
 
Vincenzo Mazzaro
Presidente Associazione Italiana Cultura Qualità  AICQ e Modelli d’Eccellenza: attività e iniziative
 
Italo Benedini
Responsabile Area Modelli d’Eccellenza AICQ
I Modelli d’Eccellenza CAF e EFQM come strumenti per il controllo e il miglioramento dell’efficacia ed      efficienza delle organizzazioni
 
Chiara Morandini
Dirigente Area Risorse Umane e Finanziarie e Strutturali del Comune di Trento  L’esperienza del Comune di Trento: dalla qualità all’eccellenza, metodi e risultati
 
Maurizio Lucca
Segretario Generale  del comune di Chioggia (VE)
Il percorso verso l’eccellenza dei Servizi Sociali del Comune di Chioggia (VE)
 
Daniele Roccon
Direttore Centro Servizi “A. Galvan” di Pontelongo (PD)
Il percorso verso l’Eccellenza del Centro Servizi per anziani A. Galvan
 
Ore 12.45 
Dibattito e a seguire aperitivo

Scarica la locandina dell’evento

 

Convegno AICQ Nazionale – Settore Sanità

gen 17, 2012 0

DALL’ACCREDITAMENTO ALL’ECCELLENZA IN SANITA’
QUALITA’ DELL’ASSISTENZA E QUALITA’ DELLA SPESA

11 maggio 2012  dalle ore 8.30 alle ore 16.30
c/o Fondazione Banca degli Occhi
Padiglione Rama
Via Paccagnella, 11
30174 Zelarino Venezia

Presentazione
Le esigenze di qualità in ambito sanitario rientrano nella categoria dei bisogni primari e come tali, in prima istanza, sono tutelate da apposite leggi e norme cogenti nazionali e sovranazionali.
La qualità dei servizi sanitari è la risultante di un insieme di elementi scientifici, tecnici e tecnologici, organizzativi, procedurali, relazionali e di comunicazione, in cui un ruolo determinante è svolto dalle variabili umane che interagiscono fortemente nei processi di erogazione dei servizi.
Complessivamente gli elementi da considerare nella realizzazione della qualità dei servizi sanitari sono numerosi e complessi ma tuttavia riconducibili a delle categorie fondamentali fra loro complementari e sinergiche come l’adeguata organizzazione della struttura e la corretta gestione delle risorse (umane e strumentali) e dei processi, la definizione del contenuto tecnico dei servizi forniti (riferimenti normativi specialistici, documentazione medico-scientifica ed i protocolli diagnostici e terapeutici), la qualificazione del personale addetto e la corretta esecuzione delle attività sperimentali di indagine, analisi e diagnostica che costituisce presupposto essenziale per la validità delle terapie adottate.
In tale contesto, vanno poi considerati i fattori etici, quali la tutela dell’ambiente e delle risorse naturali, la salute e sicurezza dei lavoratori addetti, la tutela della privacy e dei diritti umani e civili, in genere, dei fruitori diretti (pazienti) e indiretti (es. familiari dei pazienti) dei servizi.
I primi approcci di implementazione dei sistemi di qualità nelle strutture che erogano servizi sanitari derivano da aspetti cogenti correlati all’autorizzazione all’esercizio delle strutture stesse, che non si limita ad aspetti puramente amministrativi, ma che, per essere autorizzati, richiede all’erogatore di garantire una soglia minima di requisiti (tecnici, tecnologici, organizzativi e procedurali), con l’impegno di tendere ad un processo orientato a ricercare il miglioramento continuo della qualità attraverso anche il raggiungimento di specifiche soglie per poter eventualmente accedere all’accreditamento istituzionale e di eccellenza.

Ai partecipanti sarà rilasciato l’attestato di partecipazione da parte di AICQ Triveneta e agli aventi diritto l’attestato ECM.

Segreteria Organizzativa
AICQ Triveneta
tel. 041-951795, fax 041-940648 e-mail – info@aicqtv.net

Visita i sito dedicato al convegno nazionale!

Convegno “Innovazione, Internazionalizzazione e Qualità dei servizi nel Turismo”

gen 9, 2012 0
Mercoledi 25 gennaio 2012 dalle ore 09.00 alle ore 13.00     
c/o Provincia di Treviso, S.Artemio,
via Cal di Breda 116

 

 

 

Presentazione
L’industria turistica aspira, per sua stessa natura, all’eccellenza del servizio. Chi si occupa della ospitalità, si sente erede di una grande tradizione di accoglienza, che risale ancora ai tempi della Grecia antica e delle grandi civiltà. La civiltà stessa è nata proprio dalla trasformazione dell’idea di hostis (nemico, straniero,diverso) in hospes (ospite, alleato). Tutte le volte in cui, nella storia, si è preferito lo scambio reciproco di doni, allo scambio reciproco di armi o di odio, è nata una forma di civiltà.
I greci addirittura dicevano che uno straniero o un pellegrino che arrivava da lontano ed era sconosciuto, doveva essere accolto con rispetto, perché in lui poteva assumere le sembianze di  povero viandante, un dio, che veniva in incognito per verificare la “qualità” del servizio, la qualità della accoglienza, la qualità della ospitalità. E il racconto mitico di Filemone e Bauci ( del poeta Ovidio) narra proprio di un caso simile : Zeus (Giove) ed Ermes (Mercurio),vagando attraverso la Frigia con sembianze umane,bussando a mille porte, domandavano ovunque ospitalità e ovunque si negava loro l’accoglienza. Una sola casa offrì asilo: era una capanna, costruita con canne e fango. Un albergo di meno di una stella : ma gli dei diedero solo a loro il certificato di qualità ISO 9001 e castigarono tutti gli altri con una inondazione. La capanna di Filemone e Bauci fu trasformata in un tempio lussuoso. E’ uno dei primi esempi di quello che oggi i sistemi di qualità chiamano “mistery guest”, che è quell’ispettore che in incognito gira per gli alberghi, i ristoranti e le imprese di servizi per valutare la qualità e l’eccellenza. Ed è anche un esempio molto interessante del significato di “qualità”, che non è essere migliore degli altri il 100% in una cosa, ma essere migliori  l’ 1% in cento cose : un piccolo albergo, senza molte stelle, può dare maggiore “soddisfazione” ad un cliente di quanto lo dia un albergo a cinque stelle, soprattutto per il rapporto tra le aspettative e il grado di ospitalità che siamo capaci di dare.
Oggi la qualità, in un mondo così complesso, è il mezzo fondamentale per essere competitivi e salvarsi dalla “inondazione” : il messaggio di questo seminario è proprio questo.
Romano Toppan

 

Programma

Ore 09.00     Registrazione dei partecipanti

Ore 09.15          Saluti Istituzionali
                              Leonardo Muraro – Presidente Provincia
                              Floriano Zambon – Assessore Turismo Provincia Treviso
                              Mario Finozzi – Assessore Turismo Regione Veneto
                             Alberto Bobbo –  Presidente AICQTV
        
Introduzione e Presentazione Lavori
Moderatore: Giuliana Millevoi, Dirigente Settore Promozione del Territorio- Provincia di Treviso

Ore 09.30     Inizio sessione plenaria
•    “Qualità applicata alla realtà Veneta”
Romano Toppan, Docente Università di Verona, già docente delle Università di Perugia, Bologna, Venezia e Luiss Management School di Roma

•    “Strumenti per la Qualità :Il Modello EFQM per l’Eccellenza”
Vincenzo Mazzaro , Presidente Nazionale AICQ

•    “Il marketing internazionale : Country Analysis”
Paola Pellicioli, Coordinatore Turismo AICQ Triveneta

•    “Indagine sui fabbisogni formativi del settore turistico”
Vincenzo Gragnaniello, Ricercatore KAIROS-Consulting

Ore 10.30     Pausa

Ore 11.00     Work shop
        W1. Come certificare la qualità dei servizi ? coord. Romano Toppan
        W2 .Come formulare un progetto di marketing internazionale ? coord.Paola.Pellicioli
        W3. Come realizzare un piano di needs analysis ? coord. Vincenzo Gragnaniello

Ore 12.00     Presentazione, discussione e sintesi dei lavori

Ore 13.00    Chiusura

 

INFORMAZIONI GENERALI
Iscrizioni
Il convegno è gratuito, Le iscrizioni sa¬ranno accettate in ordine cronologico fino al raggiungimento dei posti disponibili. Per motivi organizzativi è necessario iscriversi entro il 20 gennaio inviando la scheda di partecipazione via fax al n. (041) 940648 o via e-mail a info@aicqtv.it .
Si prega di comunicare con sollecitudine eventuali disdette.

Sede del convegno
Provincia di Treviso, S.Artemio,via Cal di Breda 116

Scarica la locandina dell’evento

Convegno “Formazione e Qualità: nuovi percorsi”

set 29, 2011 0

La Norma ISO 29990 come strumento di miglioramento dell’offerta formativa
anche all’interno dei sistemi di accreditamento istituzionale

7 ottobre 2011 – ore 9.00

presso Novotel – Via Ceccherini, 21 – Mestre (Venezia)

La ISO 29990 è lo standard di riferimento per la formazione non formale o meglio servizi per l’apprendimento relativi all’istruzione e alla formazione non formale – Requisiti di base per i fornitori del servizio (Learning services for non-formal education and training — Basic requirements for service providers), in adozione (dicembre 2010) come norma UNI.

È una norma di rilevanza economica e sociale, si occupa infatti di formazione e istruzione “non formale”, ossia quella che non crea titoli a valore legale, si applica per esempio alla formazione continua o quella professionale, al training aziendale in tutti i settori (sicurezza inclusa), alle scuole di lingue o tecniche.

È una norma contrattuale e certificabile che può essere utilizzata in tutti i settori interessati alla formazione pubblici e privati che potrebbe essere rilevante ai fini dei processi di accreditamento istituzionale; pur essendo applicabile in forma autonoma, è comunque integrabile alla ISO 9001.

MODERATORE:

Giorgio Brunello – Direttore  Generale Kairos SpA

RELATORI:

Alessandro Cafiero – Presidente AIF (Associazione Italiana Formatori) Veneto e direttore CPT (Comitato Paritetico Territoriale) Venezia

Luigi Pavani – Esperto di schema RINA Service SpA

Mario Iesurum – Consulente di Direzione e Formatore

Santo Romano – Dirigente  Regionale alle Direzioni Formazione e Istruzione della Regione del Veneto

Arduino Salatin – Direttore di IPRASE Istituto Provinciale per la ricerca e la Sperimentazione Educativa della Provincia Autonoma di Trento

 

PROGRAMMA:
Ore 9.00                                                  Registrazione dei partecipanti

Ore 9.20                                                  Saluti ai partecipanti
                                                                     Alberto Bobbo

Ore 9.30                                                  presenta la giornata e modera i lavori
                                                                      Giorgio Brunello

ore 9.45                                                  I contenuti della ISO 29990 e  schema di certificazione
                                                                     Luigi Pavani

Ore 10.15                                                ISO 29990 e sistemi di accreditamento
                                                                    Mario Iesurum

Ore 10.45                                            Tavola Rotonda: utilizzo della norma per la qualificazione e il                 
                                                                  miglioramento della qualità dell’offerta formativa.
                                                                 
Santo Romano
                                                                  Arduino Salatin
                                                                  Alessandro Cafiero

Ore 12.15                                             Dibattito


Scarica la locandina dell’evento e la scheda di iscrizione

Workshop “Oltre la Qualità”

set 29, 2011 0

Il modello dell’European Foundation for Management:
nuova opportunità di sviluppo competitivo per le organizzazioni

2 dicembre 2011

                                               presso Prosyt Srl, Via E. De Filippo, 80 Spinea (Venezia)

La Qualità è oggi uno strumento per i manager, per le imprese, per le organizzazioni. E’ un’opportunità per monitorare e accrescere le performance.

Molteplici sono i suoi strumenti, e oggi il modello EFQM permette di orientare le imprese all’eccellenza, fondandosi sull’assunto che i risultati chiave sono raggiungibili attraverso un’azione di guida da parte della Direzione su alcuni fattori determinanti. 
Il modello EFQM mira all’eccellenza intesa come il risultato insieme di un’efficace impostazione degli approcci e dei risultati positivi. In particolare, la tensione alla ricerca costante della competitività nel rispetto dei ritmi e delle esigenze dell’organizzazione è la mission dell’European Foundation for Quality Management. Attraverso il suo innovativo modello, le organizzazioni sono stimolate a realizzare attività di miglioramento volte all’eccellenza nella soddisfazione dei clienti, nell’impatto verso l’esterno, nei risultati, nel proprio personale. E, inoltre, a raggiungere un vantaggio competitivo a livello europeo.
 
Obiettivi
L’incontro propone di fornire elementi formativi, testimonianze, esperienze professionali, pareri di esperti e degli organi istituzionali in merito al modello EFQM.
Ancor di più permetterà di “tastare il polso” alla Vostra azienda durante l’incontro stesso, attraverso lo strumento dell’autovalutazione. 
La visione storica del problema, il dibattito, l’approccio teorico-pratico, le varie esperienze professionali a confronto permetteranno di maturare una grado di sufficiente coscienza e un corretto approfondimento del tema. 
L’incontro affronterà il modello tanto nell’applicazione pratica presso le organizzazioni pubbliche, quanto nelle esperienze maturate in organizzazioni private.
 

Segreteria organizzativa e iscrizioni:
AICQ Nazionale  Tel. 02 66712484 Fax 02 66712510
Mail: aicqna.marketing@aicq.it Sito: www.aicq.it

 Scarica la locandina dell’evento

Seminario “ETICA, SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO”

set 7, 2011 0

“ETICA, SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO”

I comportamenti eticamente responsabili per le figure a cui compete il presidio della salute e della sicurezza nelle aziende. Interrelazione con la norma ISO26000 sulla responsabilità sociale.

Può sembrare strano chiedersi se la sicurezza sia etica.  In effetti  da una prima analisi si potrebbero trarre delle conclusioni che appaiono immediatamente ovvie e scontate.
La tutela dell’integrità psico-fisica dei lavoratori è ormai un dato assodato. La stessa Costituzione Italiana ne sottolinea la basilare importanza e al contempo ne evidenzia la rilevanza come principio assoluto che non ammette né sconti né deroghe a elementi quali l’ineluttabilità degli eventi, l’imprevedibilità degli stessi, la crisi economica e produttiva o altre varie ed eventuali casistiche.
Con il D.Lgs. 81/08 il legislatore ha voluto proporre un nuovo modello di organizzazione aziendale che coinvolge tutti gli attori protagonisti della vita aziendale con particolare riferimento alla problematica della tutela della salute e della sicurezza e introducendo il nuovo concetto di Salute e di tutela Etica del rapporto di lavoro. Il nuovo modello di organizzazione aziendale non ha, quindi, come finalità esclusiva l’evitare o il ridurre i rischi di infortunio o di malattia, ma la realizzazione di un contesto lavorativo che tuteli anche la persona come valore in sé ed il suo benessere psicologico.
È, pertanto, fondamentale che tutte le figure chiave nei processi di presidio della sicurezza, quali il datore di lavoro, i dirigenti ed i preposti, il servizio di prevenzione e protezione, il medico competente e i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, acquisiscano un’etica di valori che ne costituisca il modus operandi per abbracciare a 360 gradi il tema della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali.
Al di là del mero rispetto delle leggi, la norma ISO26000 costituisce un concreto aiuto alle organizzazioni a contribuire allo sviluppo sostenibile di promuovere una comprensione comune nel campo della responsabilità sociale e di integrare altri strumenti e iniziative per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.

OBIETTIVI
Il seminario avrà lo scopo di analizzare i collegamenti in essere tra gli obblighi di tutela delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro assegnati dal D.Lgs. 81/08 alle diverse figure di protagoniste della vita aziendale e gli indirizzi forniti dalla norma ISO 26000 in tema di Responsabilità Sociale di Impresa.

ORGANIZZAZIONE
Il seminario sarà organizzato da LaborETICA e dalla Sezione Triveneta dell’Associazione Italiana Cultura della Qualità.

RELATORI
I relatori provengono da percorsi professionali e formativi specialistici in materia di sicurezza e salute sul lavoro, gestione delle risorse umane, certificazione della qualità ed etica e responsabilità sociale di impresa.
Sono stati invitati:

  • Luca Coletto, Assessore alla Sanità, Regione del Veneto
  • Antonio Paruzzolo, Assessore alle Attività Produttive, all’Artigianato, alle Partecipazioni Societarie del Comune di Venezia
  • Andrea Razzini, Amministratore Delegato, Veritas
  • Roberto Spadon, RSPP Veritas
  • Alberto Bobbo, Presidente AICQ Triveneta
  • Francesco Boella, INAIL – Area ex-ISPESL- Direttore Dipartimento Territoriale di Venezia
  • Giancarlo Magarotto, Direttore SPISAL Azienda ULSS12 Veneziana
  • Fabiano Longoni, Fondazione Studium Generale Marcianum Venezia – Direttore Master Universitario di Eccellenza in Gestione Etica d’Azienda
  • Mario Bassini, Associazione Italiana per la Direzione del Personale, Gruppo Regionale Triveneto.

Scarica la locandina del seminario

1° Convegno Nazionale Salute e Sicurezza

lug 28, 2011 0

AICQ – Comitato Salute e Sicurezza organizza il 1° Convegno Nazionale dal titolo “Principi, Aspetti Normativi, Strumenti e Gestione Operativa: Lo Stato dell’Arte sulla Gestione della Salute e Sicurezza” che si terrà a Roma il 12 ottobre 2011 presso il Centro Congressi Cavour.

Per tutte le informazioni scarica la locandina e il modulo di iscrizione

Eventi 3

mar 11, 2011 0

Testo prova Eventi 3

Eventi 2

mar 11, 2011 0

Testo prova Eventi 2