August 24, 2017
You can use WP menu builder to build menus

Come applicare i requisiti della ISO 9001:2015 scelta ed utilizzo di tecniche e strumenti di base per la valutazione e gestione del rischio


  • Obiettivi:

    Il  seminario  intende  fornire  un  supporto  teorico pratico per mettere in grado i partecipanti di applicare  l’approccio  basato  sul  rischio  richiesto dalla norma nel modo più efficace ed utile al miglioramento dei processi e delle prestazioni della propria  organizzazione.  
    Si  porranno  le  basi  per scegliere  ed  applicare  le  tecniche,  gli  strumenti e/o le metodologie più adatte all’organizzazione.


  • Destinatari:

    I destinatari sono gli attori del mondo della qualità che intendono applicare i requisiti della norma ottenendone nuovo valore aggiunto per l’organizzazione: responsabili aziendali, responsabili del SGQ, valutatori interni, consulenti, valutatori esterni, altri referenti organizzativi interessati.

  • Prerequisiti:

    Conoscenza di base delle norme ISO 9001 edizione 2015 e/o precedenti.


  • Attestato:

    A tutti i partecipanti verrà rilasciato l'attestato di partecipazione.

  • Programma:
    1. High Level Structure (HLS): le novità rilevanti comuni delle nuove ISO 9001:2015 derivanti dalla struttura di alto livello.
    2. Il processo di gestione del rischio in accordo alla ISO 31000 (edizione 2009 e sviluppi in corso) 
    3. Strumenti e tecniche per la valutazione del rischio; principi e linee guida per la scelta degli strumenti e delle tecniche più idonee alle diverse circostanze, prendendo spunto dalle linee guida IEC 62740:2015 (Root Cause Analysis – Analisi delle Cause Profonde) e IEC/ISO 31010 (Risk assessment techniques - Tecniche per la valutazione del rischio)
    4. Le principali tecniche di identificazione, analisi e valutazione del rischio e della sua significatività, quali ad esempio:
      • - Brainstorming, Interviste, Focus group, Workshop, Check-list
      • - Analisi PESTLED e SWOT
      • - Analisi causa-effetto (diagramma di Ishikawa)
      • - Root Cause Analysis
      • - FMEA, HACCP,HAZOP
      • - ALARP
      • - Analisi di scenario, Albero degli eventi, Business Impact Analysis (BIA)
      • - Analisi costi-benefici
      • - Valutazione delle prestazioni e dell’affidabilità del fattore umano

    Le tecniche verranno esaminate attraverso esempi applicativi dedicati ai vari punti della ISO 9001:2015, meglio
    se proposti dai partecipanti in modo da metterli in condizione di poter scegliere ed utilizzare tecniche più
    appropriate per le finalità e le condizioni specifiche (requisito da soddisfare e caratteristiche dei processi
    dell’organizzazione). Non ci si fermerà alla sola valutazione, ma, sulla base dei risultati della stessa, si
    discuteranno le possibili opzioni sulle azioni per affrontare i rischi (trattamento). Processo decisionale
    supportato dalla gestione del rischio.
    La presentazione sarà caratterizzata fortemente da interattività con l’uditorio ed intervallata da esercitazioni di
    gruppo.

    Didattica


    Verrà utilizzato un mix di didattica frontale (20-30%) e di lavoro di gruppo (workshop – 70-80%) su casi di  studio o,meglio, su situazioni specifiche di interesse dei partecipanti.


  • Durata:

    16 ore dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

  • Inzio corso: 2017-09-27

  • Fine corso: 2017-09-28

  • Costi:

    Non soci di AICQ Triveneta € 600,00
    Per i soci AICQ Triveneta sono previste forme di agevolazione e si prega di contattare la segreteria.
    Sono inclusi pranzo e coffe break

    Modalità d'iscrizione
    È possibile accedere al form di iscrizione dal link seguente:

    https://goo.gl/forms/gzFPjLOGo1X5EXNt1


    Oppure per email:

    info@aicqtv.net

     oppure

    segreteria@obiettivoambiente.com

    con oggetto: “Iscrizione Workshop Risk Management Avanzato del 27 e 28 settembre”


  • Docente: Ing. Gennaro Bacile di Castiglione Membro del GL UNI “Gestione del Rischio” sin dall’istituzione (2004) per la stesura della UNI 11230:2007 (Gestione del Rischio – Vocabolario). Da dicembre 2012 coordina questo GL. Membro del WG ISO per la stesura della ISO 31000:2009 e del successivo ISO/TC 262 sul Risk Management. Partecipa ai WG ISO e ISO/IEC che stanno revisionando la ISO 31000 e la IEC/ISO 31010. Ha partecipato ai lavori in UNI per la ISO 9001:2015 e per la ISO 14001:2015 ed è rientrato nel GL UNI che segue lo sviluppo della ISO 45001:201X (che sostituirà la OHSAS 18001).

  • Indirizzo: Obiettivo Ambiente s.r.l. Viale della Navigazione Interna, 35 35129 Padova (PD)